Sabato, 16 Ottobre 2021
Attualità

Maltempo in Piemonte, stato di allerta massimo in tutta la regione

Chiesto lo stato di emergenza. Critica la situazione della viabilità, a causa della chiusura di alcuni ponti e strade

E' un bilancio pesante quello del Piemonte, duramente colpito dal maltempo di queste ore, dove si contano una vittima e un disperso. La Regione ha comunicato di aver chiesto lo stato di emergenza insieme alla Liguria per gli enormi danni al territorio.

L’evento alluvionale che ha colpito il Piemonte nelle ultime 24 ore è stato caratterizzato da precipitazioni eccezionali su gran parte del territorio regionale, con punte di 630 mm a Sambughetto (Verbania). Il valore di pioggia giornaliera ragguagliato sull’intera regione, precisano da Torino, ha superato il record storico della serie dal 1958. Le piogge intense e concentrate hanno prodotto estese e diffuse esondazioni dei corsi d’acqua, erosioni spondali ed in alcuni casi il crollo di ponti, come a Romagnano Sesia. Sui versanti attivazioni di diffuse frane, colate di fango e trasporto di materiale che hanno causato danni a infrastrutture viarie e centri abitati.

Frane, allagamenti e ponti crollati: i danni causati dalla pioggia tra novarese e Vco

Per alcune ore è stata interrotta l’autostrada Torino-Milano, ora riaperta. La situazione della viabilità risulta critica in tutta la regione a causa della chiusura di alcuni ponti e strade provinciali. Per ora permane l'allerta arancione sulle aree interessate dai corsi d'acqua principali dove è atteso il transito dell'onda di piena che potrà dar luogo a locali allagamenti e per l'incremento dei livelli del Lago Maggiore. Rovesci e isolati temporali sono attesi stasera e nella giornata di domenica e considerando le precipitazioni antecedenti viene mantenuta la condizione di rischio per fenomeni franosi sul settore settentrionale.

"Il presidente della Regione - si legge in una nota stampa dell'Ente - a nome di tutto il territorio si stringe alla famiglia di  Samuel Pregnolato, il giovane di 36 anni, residente a Quarona, il cui corpo è stato recuperato sul greto del fiume Sesia a Borgosesia, in provincia di Vercelli. La sua auto è finita nel fiume venerdì notte. Il fratello di anni 21 che era con lui si è salvato aggrappandosi ad alcuni rami. Sono per fortuna vivi e stanno bene, invece, gli altri 21 dispersi sul Col di Tenda (19 italiani e 2 tedeschi) rimasti bloccati a Vievola, sul fronte francese".

Nella mattinata di domani, domenica 4 ottobre, Cirio sarà in sopralluogo in alcune delle aree colpite. Su tutto il territorio piemontese sono stati attivati circa 80 Centri operativi comunali (Coc e oltre 700 volontari sono in attività sul posto.

"Si consiglia ove possibile di evitare di viaggiare - comunicano dalla Regione - ed attendere che la situazione generale torni ad uno stato di normalità, in caso di necessità si invita a contattare preventivamente le Provincie e le Prefetture di zona e di usare la massima cautela nell'attraversamento dei ponti e delle strade colpite dal maltempo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo in Piemonte, stato di allerta massimo in tutta la regione

NovaraToday è in caricamento