Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità Trecate

Lettera anonima di minacce: "Sarà il vostro cane a pagare per il vostro menefreghismo"

Le minacce da parte di qualcuno che abita nel vicinato

Un cane che abbaia e, forse, disturba il vicinato, ha portato ad una lettera di minacce nei confronti proprio dell'animale.

Lo ha denunciato, prima ai carabinieri e poi su Facebook, un cittadino trecatese che si è visto recapitare nella buca una lettera scritta a computer con minacce rivolte al cane, colpevole di abbaiare. "Il vostro cane ha passato il segno... Se non vi date da fare subito per cambiare questa situazione, presto o tardi PURTROPPO sarà lui a pagare per il vostro disgustoso menefreghismo nei riguardi delle persone che vivono vicino a voi. Statene certi! Non meritate il vosto animale" questo il testo della lettera anonima.

Il destinatario della lettera ha così deciso di rendere pubblica la vicenda. "Prima di scrivere questo post e pubblicare questa foto ci ho pensato molto, perché pubblicare certe cose può dare rilevanza a cose e persone che non lo meritano" scrive. Poi, rivolto al mittente dal messaggio "Hai il mio nome, il mio indirizzo, parli del mio cane, se hai un problema con me o con il mio cane (perché nel delirio di questo messaggio non è chiaro) mi puoi fermare per la strada, puoi suonarmi il campanello, puoi denunciarmi".

"Quale sia la mia colpa ancora non mi è chiaro - prosegue nel post - così come non mi è chiara la colpa che avrebbe il cane: abbaia? È un cane ed abbaia esattamente come abbaiano tutti i cani del mondo, non ha MAI abbaiato una sola volta di notte. Quale sarebbe di preciso il "segno" che ha passato il cane? Quale sarebbe il mio/nostro menefreghismo? E pensi di poter essere tu ad insegnarmi come stare al mondo e gestire un cane, tu che nascosto/a dietro l'anonimato minacci l'incolumità del cane stesso? Non me lo merito? Meglio che non ti dica cosa si meriterebbe chi se la prende con gli animali".

"Abito in questa casa dal '91, non abbiamo mai avuto una sola lamentela, né una denuncia. Mi spiace dover ricorrere a Facebook, non so se leggerai questo messaggio, se riconoscerai lo schifo che hai scritto. Io non posso risolvere un problema che esiste nella tua testa ed è solo lì e, soprattutto, non posso pensare che il tuo delirio possa sfogarsi nei confronti di chi ha la sola colpa di essere un cane e comportarsi da cane. Chiaramente ho già sporto denuncia nei tuoi confronti, perché il segno lo hai passato tu. E spero e mi auguro che ti renda conto di cosa hai fatto, di cosa hai scritto, di cosa hai minacciato di fare e nei confronti di chi. Spero davvero che tutto finisca qui, soprattutto senza che a rimetterci sia un animale innocente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lettera anonima di minacce: "Sarà il vostro cane a pagare per il vostro menefreghismo"

NovaraToday è in caricamento