Lutto a Borgomanero, è morto a 63 anni il designer Marco Preti

Trovato morto nella sua abitazione di Gattico

Marco Preti durante i lavori per "Casa Irene"

Lutto nel borgomanerese per l'improvvisa scomparsa di Marco Preti.

L'interior designer 63enne è stato trovato morto questa mattina, sabato 8 agosto, nella sua casa di Gattico, probabilmente stroncato da un malore. Preti era nato a Borgomanero e, dopo la facoltà di architettura al Politecnico di Torino, nel 1986 aveva fondato con altri tre professionisti lo studio Eifél che si occupava di progettazione e design. Dal 1998 esercitava in modo indipendente la libera professione di designer, occupandosi di ristrutturazione e progettazione di abitazioni, negozi, uffici e stand fieristici. 

Molto attivo anche all'estero, nel novarese ha curato numerosi lavori, come i restauri dell’agriturismo "La Capuccina", la riqualificazione della piazza di Maggiate e l’immagine di spazi dedicati ai giovani quali Spazio X a Borgomanero e Meltin’Pop ad Arona. Negli ultimi mesi stava collaborando con l'associazione Mamre per il progetto di una casa per donne in difficoltà. "Casa Irene, che inaugureremo il 27 settembre, è stata una delle tue ultime creature, con quelle stanze che hai voluto così piene di colori perché dicevi: "Saranno abitate da donne che non hanno conosciuto la gioia e l’allegria" - scrive il presidente di Mamre Mario Metti -. Il cortiletto, tutta la casa parla e parlerà sempre di te. Grazie Marco, è stato un dono immenso averti conosciuto e aver avuto il privilegio di esserti amico. Da lassù dove potrai spaziare con il tuo genio, manda un po’ di luce a tutti noi, quella luce che è gioia di vivere volendoci bene e aiutandoci reciprocamente, come tu sapevi ben fare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Cirio: "Piemonte in zona arancione", ma gli ospedali sono al limite e non si fanno tamponi agli asintomatici

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, l'ospedale Maggiore di Novara deve aprire un nuovo reparto di terapia intensiva

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

Torna su
NovaraToday è in caricamento