Novara, gli agenti in borghese in moto multano chi parla al cellulare alla guida

I "Falchi" in sei mesi hanno multato 119 automobilisti

Sulle strade di Novara sono arrivati i “Falchi”, un nuovo servizio istituito dall’Assessorato alla Polizia locale e alla Sicurezza, finalizzato a contrastare l’uso dei cellulari durante la guida.

Il servizio prevede un controllo del territorio da parte di agenti in borghese che, in sella alla moto civetta, individuano i guidatori al telefono. A quel punto, dopo un breve inseguimento, sorpassano l’auto intimando al conducente, sorpreso mentre parla o chatta al cellulare, di accostare.  E qui scatta la sanzione.

Da quando è stato istituito il nuovo servizio (la scorsa primavera) le multe elevate per uso del telefono durante la guida sono 119, a fronte delle 33 comminate lo scorso anno, nel 2018.

“L’uso del cellulare in auto – commenta l’assessore Luca Piantanida – è una delle prime cause di incidentalità. Ecco perchè abbiamo deciso di dare vita ad un servizio specifico che si occupasse di individuare eventuali trasgressori; e purtroppo sono ancora molti, nonostante i dispositivi vivavoce disponibili e oramai quasi sempre installati sulle automobili. I controlli continueranno a tutela di tutti i fruitori delle strade novaresi, siano essi automobilisti o pedoni o ciclisti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Ahmadreza Djalali, si avvicina la pena di morte per il ricercatore novarese detenuto in Iran

  • Coronavirus, ancora 7 decessi negli ospedali di Novara e Borgomanero

Torna su
NovaraToday è in caricamento