Attualità

Novara Calcio fuori dalla C, si muove la cordata di imprenditori: “La città deve avere la squadra”

Capo cordata è Barbone che potrebbe rilevare la società con un gruppo

Daniele Barbone

Novara Calcio, imprenditori al lavoro per poter salvare la società e fare in modo che possa tornare il prima possibile fra i professionisti. E il capo cordata di questa iniziativa è il novarese Daniele Barbone, amministratore delegato di Acqua Novara Vco, direttore e fondatore di Bp Sec e anche ultramaratoneta, quindi particolarmente legato al mondo dello sport.

Novara Calcio, pronta una marca dei tifosi in città

“E’ un lavoro in parallelo fra noi imprenditori che stiamo lavorando a un progetto e il Comune di Novara che si sta impegnando affinché un nuovo soggetto possa rilevare la società e darle il giusto valore”. Il progetto cui Barbone sta lavorando da ormai una decina di giorni, è “innovativo e istituzionale con l’obiettivo di far sì che il Novara Calcio possa risalire quanto prima nella categoria dei professionisti, - spiega Barbone – la finalità di tutto ciò è quella di creare una aggregazione di imprenditori, di individuare un management competente per dare un segnale chiaro e di definire tutto ciò che può essere utile sia dal punto di visto economico e sociale, chi mi conosce sa che per me lo sport è anche socialità”. Nei prossimi giorni il Comune di Novara potrebbe pubblicare il bando: “Auspichiamo che il nostro progetto possa essere consono e quindi scelto, ma se dovesse avere la meglio un altro sarò contento ugualmente, perché ciò che conta è il bene della città”.

Novara Calcio, la società fa ricorso al Tar del Lazio

Convinzione e determinazione da parte dell’amministratore : “Voglio dimostrare che i valori sportivi nei quali credo, inclusione, sostenibilità sociale ed economica, si possano riversare anche nel calcio e soprattutto non esiste che la città di Novara non abbia una sua squadra e ai piani che merita”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara Calcio fuori dalla C, si muove la cordata di imprenditori: “La città deve avere la squadra”

NovaraToday è in caricamento