Attualità

Stato di agitazione nelle Rsa piemontesi: sindacati e lavoratori in piazza nel novarese

Manifestazione fissata per venerdì 16 febbraio, nel mirino i contratti di lavoro peggiorativi. Presidi a Novara e a Cameri

Anche la Rsa Rodari di Veveri a Novara e la Rsa San Michele Arcangelo di Cameri pronte a manifestare. Entrambe parteciperanno allo stato di agitazione (dalle 10 alle 11 a Novara e dalle 11.30 alle 12.30 a Cameri) proclamato per venerdì 16 febbraio dai sindacati Fp Cgil Novara e Vco, Cisl Fo Piemonte Orientale, Fisascat Cisl Piemonte Orientale e Uil Fpl Novara.

Diversi i motivi che hanno spinto lavoratori e sindacati e far sentire di nuovo la loro voce come fatto alcuni mesi fa: "Non è stato rispettato il protocollo sottoscritto il 6 novembre 2023 con la Regione Piemonte per l’applicazione di contratti di lavoro che non siano peggiorativi e invece è proprio quello che sta accadendo, - spiegano i sindacati - inoltre il personale è sempre in calo e si ricorre a operatori privi di qualifiche professionali adeguate o a lavoratori stranieri non autorizzati o non ancora autorizzati, così come da elenchi della Regione Piemonte; mancano anche le norme relative alla salute e sicurezza su luoghi di lavoro. Riteniamo infine sia necessario un intervento che possa determinare elementi di garanzia per chi opera correttamente nel settore, nel pieno rispetto delle norme vigenti, promuovendo un dialogo costante con i lavoratori e loro rappresentanze sindacali, penalizzando invece chi agisce in maniera spregiudicata, a danno di lavoratori e pazienti/utenti, con le risorse pubbliche".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stato di agitazione nelle Rsa piemontesi: sindacati e lavoratori in piazza nel novarese
NovaraToday è in caricamento