rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Attualità

Novara, alla Pediatria del Maggiore nasce una biblioteca per i piccoli pazienti

Sinergia fra Abio, Comune e biblioteca. La realizzazione è avvenuta grazie al contributo natalizio dei giocatori del Novara FC della stagione 2021-2022

La Pediatria del Maggiore di Novara diventa un presidio di Nati per leggere. Si tratta di un progetto tra l'associazione Abio, ospedale Maggiore, biblioteca e Comune: circa 500 libri sono stati donati ad Abio nell’ambito del progetto Npl, Nati per leggere, e verranno letti e consegnati ai pazienti ricoverati non appena i volontari avranno di nuovo accesso all’area Degenza Pediatrica.  All’inizio di dicembre avverrà l’inaugurazione ufficiale del Presidio, con la partecipazione del formatore Alfonso Cuccurullo. 

Una piccola biblioteca che potrà essere un modo ulteriore per “coccolare” i piccoli pazienti in un momento difficile del loro percorso.

"Crediamo fermamente – afferma Antonella Brianza, presidente di Abio Novara da sei anni - nell’importanza della lettura in ospedale e abbiamo sviluppato una intensa collaborazione con la Biblioteca Civica Negroni nell’ambito del programma Nati per Leggere. Grazie al lavoro coordinato con Tiziana Fonio, referente del progetto e Paolo Testori, direttore della Biblioteca di Novara, i volontari ABIO hanno frequentato diversi corsi per diventare sempre più competenti sulla promozione della lettura in ambiente sanitario, obiettivo importantissimo sostenuto dal programma e avviato anche in collaborazione con la Scuola in ospedale “Marcella Balconi”".

"La cura dei bambini - aggiunge il sindaco di Novara Alessandro Canelli - passa anche attraverso iniziative che possano essere di sollievo per i piccoli pazienti. Abioha sempre svolto un ottimo lavoro a sostegno della pediatria dell’ospedale di Novara, prestando attenzione e affetto ai bambini ricoverati. È quindi con soddisfazione che oggi presentiamo questo progetto di lettura in collaborazione con la Biblioteca civica Negroni e attraverso Il sistema “Nati per leggere” a cui la città aderisce da anni. Un’ulteriore iniziativa finalizzata ad assistere, non solo dal punto di vista medico, i bimbi che vengono ospitati in reparto".

L'impegno dell'associazione ha portato anche a un intervento nella sede distaccata San Giuliano in viale Piazza d’Armi, per rispondere al bisogno espresso dalla dirigente Vesselina Kroumova (responsabile della Gestione dei Centri Prelievi dell’Aou ) di un box prelievi dedicato ai pazienti fragili, in primis ai bambini. Ecco, dunque, il progetto #Nientepaura al Centro Prelievi: un percorso decorato e un allestimento di una piccola stanza con la collaborazione dell’illustratore Fabrizio Zubani per rendere anche questo ambiente ‘a misura di bambino’. 

"Abbiamo scelto il nome #Nientepaura – aggiunge Antonella Brianza - per questo progetto poiché il prelievo di sangue è uno dei momenti più temuti dai bambini e abbiamo voluto accoglierli in un ambiente colorato, con una moltitudine di personaggi simpatici e sorridenti con i quali distrarsi. Al termine del prelievo viene donato un diploma di coraggio ai bambini, attestato di cui vanno spesso orgogliosi".

La realizzazione è avvenuta grazie al contributo natalizio dei giocatori del Novara FC della stagione 2021-2022, capitanati dall’affezionatissimo Pablo Gonzalez e da Roberto Pavesi, allenatore dei portieri del Novara FC, grazie al ricavato del Master Lago Maggiore per portieri di tutta Italia. Il box prelievi è utilizzato da luglio 2022, ma verrà inaugurato in loco ufficialmente a fine novembre.

"Siamo molto contenti di aver dato il nostro piccolo contributo per un fine nobile come quello rappresentato dal progetto ideato e promosso da Abio. Novara F.C. crede fermamente nella valenza sociale di iniziative come questa, ecco perché ci siamo attivati, e ci stiamo attivando, per un sempre maggiore contributo, al fine di intensificare i nostri interventi nelle scuole e negli ospedali del territorio promuovendo i valori dell’inclusione e della solidarietà perché, come diceva Virgilio, omnia vincit amor" dichiara il direttore generale del Novara F.C. Michelangelo Vitali.

Il progetto è stato realizzato in rete con MEMORIOSA ADNAV Edizioni, l’illustratore Fabrizio Zubani, MediaPer di Gianni dal Bello e sostenuto da UniCredit e da DBM SpA, con la preziosa collaborazione della Scuola in Ospedale. ABIO Novara auspica un’ampia diffusione in altri nosocomi, a beneficio di tanti altri bambini in tutta Italia. 

"Ancora una volta ABIO conferma lo speciale rapporto con la nostra Azienda ospedaliero-universitaria – dichiara il direttore generale dell’Aou, il dott. Gianfranco Zulian – e l’attenzione verso i piccoli pazienti, nonché la capacità di costruire attorno a sé importanti relazioni e collaborazioni. Il progetto #Nientepaura sta già dando i suoi frutti e sono certo che anche la promozione della lettura porterà giovamento ai bimbi della Pediatria. Non posso che ringraziare, a nome di tutta l’Aou, la dirigenza ABIO e i suoi volontari, sperando che a breve sarà possibile aprire loro anche l’area di degenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, alla Pediatria del Maggiore nasce una biblioteca per i piccoli pazienti

NovaraToday è in caricamento