rotate-mobile
Attualità

Novara, in università c'è la Bai, la borsa di studio di ateneo per gli insegnanti

L'intento dell'ateneo è quello di consolidare la collaborazione e di presentare agli insegnanti gli approcci scientifici, i campi di ricerca approfonditi, le metodologie didattiche utilizzate

Fino al 10 febbraio l’Upo, l'università del Piemonte orientale, torna a proporre la Bai, la borsa di ateneo per gli insegnanti. Si tratta di un’iniziativa che si propone di avvicinare realtà formative diverse, instaurando e rafforzando un dialogo costruttivo con gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado del territorio.

L'intento dell’ateneo è quello di consolidare la collaborazione, in molti casi già estremamente virtuosa, e di presentare agli insegnanti gli approcci scientifici, i campi di ricerca approfonditi, le metodologie didattiche utilizzate. Gli insegnanti, da parte loro, potranno illustrare cosa si aspettano dall’Università, quali iniziative possono essere utili per raccordare i piani formativi e quali reciproci interventi possono essere necessari nella missione educativa. Un vero e proprio scambio di valori per avvicinare la formazione scolastica e quella universitaria.

Tutti i Dipartimenti Upo sono coinvolti e tutti gli ambiti del sapere sono rappresentati nel programma degli incontri, dal greco alla matematica finanziaria, dall'anatomia alla sociologia, dalla chimica al diritto. L'iscrizione ai workshop è gratuita ed è possibile iscriversi a più incontri; gli incontri si svolgono online sulle piattaforme Google Meet o Zoom; il link per partecipare viene inviato all'indirizzo e-mail inserito all'atto dell'iscrizione. Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, in università c'è la Bai, la borsa di studio di ateneo per gli insegnanti

NovaraToday è in caricamento