rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità

Coronavirus: aumentano i casi in Italia, ma il Piemonte resta zona verde in Europa

E' l'analisi della mappa dell'Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie

Piemonte, Valle D’Aosta, Lombardia, Sardegna, Molise e Basilicata: sono le uniche sei regioni italiane a essere rimaste verdi nella Mappa dell’Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, che riporta l’incidenza del Covid in Italia, in netto aumento. Tranne la provincia di Bolzano, rossa, tutto il resto dell’Italia è arancione. 

Nel resto d'Europa, come riporta today.it, regna il rosso scuro, dove la ripresa dei contagi di Coronavirus è forte: Irlanda, Belgio, molte regioni olandesi e la parte centro-orientale del continente. Anche l'Austria è quasi tutta in rosso scuro e tornano zone con incidenza elevata anche in Germania.

"Siamo di nuovo all'epicentro della pandemia", ha detto il direttore per l'Europa dell'Oms, Hans Kluge. Anche dall'Ema si sono detti preoccupati: "La situazione epidemiologica del covid in Europa è molto preoccupante. È di assoluta importanza che tutti si vaccinino, perché nessuno è protetto fino a quando tutti saranno protetti. Occorre seguire tutte le precauzioni con attenzione", è la risposta data oggi dall'Agenzia europea per i medicinali alle richieste di chiarimenti sulla quarta ondata in Ue.

Il significato dei colori

I colori della mappa dell’Ecdc non decretano leggi o obblighi, ma semplicemente suggerimenti su come comportarsi per esempio con chi proviene da una zona rossa verso una arancione o verde. Questi i significati:

  • Verde: se il tasso di notifica a 14 giorni è inferiore a 50 e il tasso di positività al test è inferiore al 4%; o se il tasso di notifica a 14 giorni è inferiore a 75 e il tasso di positività al test inferiore all'1%;
  • Arancione: se il tasso di notifica a 14 giorni è inferiore a 50 e il tasso di positività al test è pari o superiore al 4%; o il tasso di notifica a 14 giorni è pari o superiore a 50 e inferiore a 75 e il tasso di positività al test è pari o superiore all'1%; o il tasso di notifica a 14 giorni è compreso tra 75 e 200 e il tasso di positività al test è inferiore al 4%;
  • Rosso: se il tasso di notifica cumulativo di casi di 14 giorni varia da 75 a 200 e il tasso di positività al test dei test per l'infezione da Covid-19 è del 4% o più, o se il tasso di notifica cumulativo dei casi di 14 giorni è superiore a 200 ma inferiore a 500;

Rosso scuro: se il tasso di notifica cumulativo dei casi Covid-19 di 14 giorni è 500 o più.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: aumentano i casi in Italia, ma il Piemonte resta zona verde in Europa

NovaraToday è in caricamento