rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Attualità

Novara, spumante dalla Regione in ospedale. I sanitari: "No bollicine, vogliamo un contratto dignitoso"

La riposta dei sanitari di Novara dopo la bottiglia di spumante inviata dall'assessore Icardi

"Spettabile assessore alla Sanità della Regione Piemonte, sono un sanitario dell’ospedale Maggiore di Novara, abbiamo ricevuto il suo regalo di Natale, ma non vogliamo le bollicine per gli auguri di queste feste. Vogliamo un servizio sanitario nazionale e regionale forte, un contratto nazionale veramente dignitoso e un piano straordinario di assunzioni che renda il nostro lavoro più efficace e di qualità. Inoltre sul lavoro non possiamo bere. Buone feste anche a lei…".

Recita così la "lettera" che il personale sanitario dell'ospedale Maggiore di Novara ha voluto inviare proprio all'assessore Icardi, dopo che quest'ultimo nei giorni scorsi ha fatto pervenire in struttura, in ogni reparto, una bottiglia di spumante con gli auguri sulla cui etichetta  c’è un numero di cellulare e un QR collegato a una scheda whatsapp con l’invito a scrivergli (non con il numero diretto).

Tramite la Fp Cgil i sanitori ne hanno approfittato: "Non servono spumanti per coprire i turni di Natale e Capodanno e per smaltire le liste di attesa e dare qualità al servizio sanitario regionale, - dice il sidnacato - serve un piano straordinario di assunzioni, un rinnovo contrattuale di alto livello, massicci investimenti in sanità. Ah… dell’anticipo sul rinnovo contrattuale promesso dal Governo a dicembre, non se ne vede manco l’ombra".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, spumante dalla Regione in ospedale. I sanitari: "No bollicine, vogliamo un contratto dignitoso"

NovaraToday è in caricamento