rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Attualità

Coronavirus, partite in Piemonte le vaccinazioni dei bambini tra i 5 e gli 11 anni

Nel novarese sono state 20 le prime somministrazioni: le vaccinazioni saranno effettuate a Borgomanero e Novara

Sono stati 469 nel giorno di partenza in Piemonte i vaccini pediatrici somministrati ai bambini tra 5 e 11. Oltre 20.100 le preadesioni finora effettuate sul territorio piemontese.

"Questo è l’ultimo tassello per metterci alle spalle il Covid - ha commentato il presidente della Regione Alberto Cirio - e completare il lavoro di messa in sicurezza della vita e della salute dei piemontesi. È fondamentale mettere in sicurezza tutti, perché i dati ci segnalano una diffusione molto alta del contagio fra i più piccoli, perché sono le fasce non ancora vaccinate. La scienza si è pronunciata in modo inequivocabile. Abbiamo voluto usare per i bambini - ha rimarcato - la stessa delicatezza che abbiamo avuto per i più vulnerabili, cioè prendere per mano loro e le loro famiglie. Come per i più anziani abbiamo coinvolto i medici di famiglia, qui abbiamo coinvolto i pediatri: tutte le sigle sindacali hanno aderito all'accordo fatto con la Regione, per cui i pediatri vaccineranno all'interno degli hub dedicati ai bambini".

Parlando della situazione epidemiologica generale, il presidente Cirio ha poi evidenziato che "i numeri dei positivi sono alti e ci ricordano quelli del dicembre dell'anno scorso, ma l'occupazione ospedaliera è a un decimo. Nel 2020 in questi giorni avevamo l’Italia chiusa, le località sciistiche chiuse, i ristoranti, i teatri, i musei, i cinema e gli stadi chiusi. Se oggi la situazione è diversa, è perché il vaccino ci sta mettendo in sicurezza. Il fatto che il Piemonte continui a essere tra le prime Regioni d'Italia per le vaccinazioni non è una gara, ma una garanzia di ripartenza".

Ieri, giovedì 16 dicembre, le vaccinazioni pediatriche sono partite anche nel novarese: l'attività è stata avviata presso gli ambulatori di Pediatria dell'ospedale di Borgomanero, sotto la direzione del primario dott. Oscar Nis Haitink.

In questa prima giornata sono state effettuate 20 somministrazioni, in parte su bimbi "fragili" convocati dal reparto, in parte su bambini prenotati dalle famiglie. Le vaccinazioni, fanno sapere dall'Asl, proseguiranno con numeri superiori nei prossimi giorni, anche grazie all’apporto dei pediatri dell’ospedale di Borgomanero e dei pediatri di famiglia presenti o attivi su tutto il territorio provinciale, presso le sedi di:

  • Borgomanero, viale Zoppis 10,  centro vaccinale dell'ospedale di Borgomanero, reparto di Pediatria;
  • Novara, viale Roma 7, centro vaccinale presso l'Asl.

Le preadesioni per la vaccinazione dei bambini tra 5 e 11 anni vanno effettuate dai genitori su www.ilpiemontetivaccina.it. Nei giorni successivi arriverà l’sms di convocazione con data, luogo e ora dell’appuntamento presso hub specifici per i bambini individuati dalle aziende sanitarie, o dal proprio pediatra se vaccinatore. Una particolare attenzione viene dedicata ai bambini con specifiche patologie, che vengono convocati direttamente dagli hub ospedalieri, senza necessità di preadesione, in modo che abbiano un percorso tutelato.

Il minore deve presentarsi all'appuntamento accompagnato da genitore/tutore munito di autocertificazione di responsabilità genitoriale e consenso alla vaccinazione per il minore (scaricabile dal portale www.ilpiemontetivaccina.it). L’autocertificazione e il consenso, insieme alla copia di un documento di identità valido, dovranno essere consegnate per entrambi i genitori, oppure dovrà essere resa la dichiarazione presente sul modulo di consenso, di aver acquisito il consenso dell’altro genitore, oppure ancora dovrà essere resa la dichiarazione di famiglia monogenitore.

Continua a leggere su NovaraToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, partite in Piemonte le vaccinazioni dei bambini tra i 5 e gli 11 anni

NovaraToday è in caricamento