rotate-mobile
Attualità

Passaporti, l'attesa infinita: quali sono i tempi per ottenerlo a Novara?

Tutte le strade ordinarie e straordinarie da percorrere

È ormai un problema generalizzato e diffuso che riguarda la maggior parte delle province italiane: ottenere un passaporto sembra una chimera.

Sono molte le segnalazioni dei nostri lettori hanno inviato alla redazione di NovaraToday lamentando anche nella nostra provincia difficoltà ad accedere agli appuntamenti dell’agenda on line predisposta dalla polizia di Stato.

Abbiamo provato anche noi a prenotare, in due momenti diversi, la prima volta a fine novembre per la curiosità di vedere cosa accadeva con il nuovo portale, come era stato modificato, come era cambiata la grafica e abbiamo ottenuto la possibilità di prenotare un appuntamento a circa 4 mesi, ovvero per i primi giorni di marzo. Dopo le segnalazioni dei lettori delle ultime settimane ci siamo ritornati e purtroppo non siamo riusciti ad accedere alla prenotazione on line. Sia la sede di Borgomanero che di Novara danno questo messaggio: "La sede non offre al momento disponibilità di appuntamenti". Ma che cosa sta accadendo?

Nel 2023 rispetto al 2022 sono aumentate di alcune migliaia le richieste di passaporti, aumento generato da due casistiche principali. Sotto il punto di vista meramente tecnico i cittadini che hanno a che fare per qualsiasi motivo con il Regno Unito da 2 anni sono costretti ad utilizzare il passaporto. Sotto il punto di vista sociale invece a farla da padrone è il desiderio dei cittadini di raggiungere mete lontane dopo la chiusura forzata a causa del covid, motivo per cui tanti nel periodo di limitazioni non hanno sentito l’esigenza di rinnovare il documento.

La Questura di Novara spesso viene accusata dai cittadini di dare un servizio scarso se non un disservizio, ma questo è vero? Più volte negli ultimi tempi il Questore ha dichiarato che la volontà degli uffici e di dare la possibilità a tutti di ottenere il documento bordeaux per poter viaggiare, per poter studiare, per poter lavorare e per eventuali motivi famigliari o di salute. Cosa, da quanto abbiamo appreso, sempre accaduta, tutti sono sempre riusciti a partire e ad oggi non abbiamo ricevuto lamentele sotto questo aspetto ma solo per i tempi di attesa.

Ottenere un passaporto, può diventare un' "odissea" se non si hanno le informazioni necessarie. Quindi cosa si può fare? Vediamo le varie strade.

Chi non ha urgenza di avere un passaporto ma vuole semplicemente rinnovarlo per averlo pronto nel cassetto può perseguire la via ordinaria, ovvero accedere al portale dell’agenda on line, tramite autenticazione spid, che ha un’apertura temporale a 6 mesi e dove l’accesso alle prenotazioni viene chiuso nel momento in cui gli appuntamenti sono tutti occupati. 

Poi ci sono le vie straordinarie. Sul sito della Questura di Novara vengono segnalate le aperture straordinarie dell’agenda per una quarantina di posti che vengono resi disponibili un sabato al mese.

Detto questo c’è una casistica di persone che devono per forza partire per lavoro, turismo, salute, studio in date prestabilite che riescono ad ottenere, vista la motivazione del viaggio "urgente" il passaporto in tempi più brevi. Come? Recandosi in all’ufficio passaporti il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.20 alle 9. In tal caso l’ufficio passaporti raccomanda di portare, insieme alla documentazione necessaria per effettuare il passaporto, anche la documentazione comprovante la data di partenza ed urgenza stessa. Ulteriori tipologie di urgenze vengono sempre valutate caso per caso dai responsabili dell'ufficio o dal dirigente durante il normale orario di apertura dell'ufficio. Per cercare di esaudire tutte le richieste, anche le più complicate la Questura di Novara da anche la possibilità di comunicare con l’ufficio via mail utilizzando questo indirizzo dipps152.00n0@pecps.poliziadistato.it o telefonicamente al numero 0321 388625.

Cosa accade all’appuntamento, ordinario o straordinario? Quanto costa il passaporto e quali documenti presentare in Questura?

Una volta all’ufficio passaporti bisogna portare i documenti necessari: formulario di richiesta del passaporto, debitamente compilato e sottoscritto dall’interessato; l’esibizione di un documento di riconoscimento ai sensi del D.P.R. 445/2000; 2 fotografie recenti conformi al formato Icao; la ricevuta del pagamento del costo del libretto e del contributo amministrativo, a meno di far parte delle categorie esenti; nel caso in cui il richiedente sia un minore di anni 18, atto di assenso di entrambi genitori.
Il costo attuale del libretto è di 42,50 euro a cui si aggiunge il contributo amministrativo di 73,50 euro.
Durante l’appuntamento all’ufficio passaporti, al fine di emettere il passaporto elettronico, viene effettuata la rilevazione delle impronte digitali e della firma digitalizzata. 
Anche il lavoro dell'ufficio passaporti, una volta ottenuta la richiesta e tutti i documenti, non è semplice e veloce perchè la procedura per l’emissione del documento prevede tutta una serie di verifiche dei dati del richiedente prima di procedere alla consegna del passaporto.

Continua a leggere su NovaraToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passaporti, l'attesa infinita: quali sono i tempi per ottenerlo a Novara?

NovaraToday è in caricamento