rotate-mobile
Attualità Varallo Pombia

Varallo Pombia, dopo decenni chiude lo storico pastificio Dea

E' arrivato il momento della pensione per Pietro De Ambrogio

Per decenni è stato un riferimento per pasta fresca e prodotti a essa collegati di qualità. Lo scorso 30 settembre ha chiuso, per pensionamento, lo storico pastificio Dea di via Bolognino a Varallo Pombia. Pietro De Ambrogio, conosciuto dai varalpombiesi anche come Pietro “Pirlusì”, ha avviato la sua attività artigianale dopo aver completato la formazione professionale alla scuola alberghiera di Stresa e ha incontrato da subito il gradimento dei varalpombiesi.

"Per decenni ha deliziato il palato dei suoi concittadini con ravioli, lasagne, gnocchi, crespelle, pasta fresca e altro, sempre prodotti con ingredienti di prima qualità, tanta cura e tanta passione per il proprio lavoro" ha scritto anche l'amministrazione della città sui social.

"Ma Pietro, oltre al lavoro, in negozio amava “condire” le sue paste con commenti, anche duri, sulla vita sociale del nostro paese e con un umorismo che lo hanno reso l’amico di tutti. Siamo tutti candidati alla pensione, prima o poi; ora tocca a Lui ma siamo certi che il suo negozio gli mancherà e anche i varalpombiesi ne sentiranno la mancanza. Come amministrazione comunale gli auguriamo una serena pensione non nascondendoci però il rammarico di vedere in centro paese un altro spazio commerciale che chiude".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Varallo Pombia, dopo decenni chiude lo storico pastificio Dea

NovaraToday è in caricamento