rotate-mobile
Attualità

Coronavirus, contagi in aumento e ricoveri stabili: il Piemonte resta in zona bianca

Il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva si attesta al 3,7%, mentre quello dei posti letto ordinari all'8,4%. I dati del pre report settimanale

Incidenza e contagi ancora in aumento, ma resta costante il tasso di occupazione dei posti letto in ospedale: il Piemonte può quindi restare in zona bianca. Dal 1° aprile, però, secondo quanto annunciato dal Governo il sistema delle zone colorate non sarà più valido.

Secondo il pre report settimanale del Ministero della Salute e dell'Istituto superiore di sanità diffuso dalla Regione, che sarà validato nella giornata di oggi, venerdì 25 marzo, dall'ordinanza del ministro Speranza, nella settimana 14-20 marzo in Piemonte il numero dei nuovi casi risulta in aumento rispetto alla settimana precedente e la percentuale di positività dei tamponi è al 17%.

Inoltre, l’Rt puntuale calcolato sulla data di inizio sintomi passa da 0.78 a 1 e l’incidenza si attesta a 433,0 casi ogni 100mila abitanti (era 375,8 la scorsa settimana), con un valore che risulta il più basso in Italia (il valore nazionale è di 856,0 casi ogni 100mila abitanti).

Restano costanti, infine, il tasso di occupazione dei posti letto di terapia intensiva che si attesta al 3,7% e quello dei posti letto ordinari, pari all'8,4%.

"Il Piemonte - commentano dalla Regione - insieme a Veneto e la Lombardia, è una delle regioni più grandi con l'occupazione ospedaliera più bassa a livello nazionale, sotto il 10%".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, contagi in aumento e ricoveri stabili: il Piemonte resta in zona bianca

NovaraToday è in caricamento