Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

Coronavirus: c'è la conferma della Regione, il Piemonte torna in zona arancione

Il passaggio all'area arancione in vigore da lunedì per le province di Alessandria, Asti, Biella, Novara, Vercelli e Vco, mentre per Torino e Cuneo la zona arancione potrebbe scattare a metà settimana

Foto di repertorio

C'è la conferma della Regione: dalla prossima settimana il Piemonte torna in zona arancione.

Il ministro della Salute Speranza, fanno sapere dalla Regione, ha appena confermato per il Piemonte il passaggio in zona arancione a partire da lunedì 12 aprile (e non dal 13 aprile come inizialmente comunicato dal presidente della Provincia di Novara), ma ha anche segnalato che in due province l’incidenza è ancora sopra la soglia di allerta. Si tratta di Torino e Cuneo per le quali, alla luce del nuovo decreto, andrebbero mantenute misure più restrittive fino all’abbassamento dell’incidenza sotto i 250 casi su 100mila abitanti. 

Per questo motivo, alle 13 di domani, sabato 10 aprile, la Regione ha convocato un incontro con gli epidemiologi e gli esperti dell’Unità di crisi, a cui è stata chiesta una relazione tecnica sui tempi previsti per il rientro della soglia di allerta in queste due province, dove la zona arancione potrebbe scattare qualche giorno dopo, presumibilmente a metà della prossima settimana tra mercoledì e giovedì.

Zona arancione: le regole aggiornate valide fino al 30 aprile

Con il ritorno del Piemonte in zona arancione possono dunque riaprire i negozi, compresi parrucchieri e centri estetici, mentre restano invece chiusi bar e ristoranti, così come cinema, musei e teatri. In area arancione tornano in classe gli alunni di seconda e terza media e, anche se solo fino al 50%, gli studenti delle superiori. Inoltre, sono consentiti gli spostamenti all'interno del proprio comune, o nel raggio di 30 km per chi vive in comuni con meno di 5mila abitanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: c'è la conferma della Regione, il Piemonte torna in zona arancione

NovaraToday è in caricamento