rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Attualità Cavalcavia XXV aprile

Pista ciclabile, marciapiedi e autovelox: come sarà il nuovo cavalcavia XXV Aprile

Tre mesi e mezzo i tempi previsti per la riapertura, ma si attende il dissequestro della Procura

Un nuovo marciapiede, una pista ciclabile e la velocità ridotta: così cambierà il cavalcavia XXV Aprile dopo la riapertura alla circolazione.

Attualmente il cavalcavia è sotto sequestro da parte della Procura, che indaga dopo il crollo avvenuto lo scorso 9 ottobre, ma dal momento il cui l’opera sarà disponibile ci vorranno meno di quattro mesi per la riapertura. “Quando la Procura ci dirà che possiamo operare noi saremo pronti – spiega l’assessore ai lavori pubblici Rocco Zoccali -. La prossima settimana sarà consegnato il progetto esecutivo e il 14 di febbraio sarà approvata la variante di bilancio. Dal momento in cui avremo il via libera della Procura ci vorrà un mese per la gara d’appalto, poi due mesi e mezzo per completare i lavori e riqualificare tutta l’area”.

“Riqualificheremo tutta l’opera con la realizzazione di un marciapiede sul lato sinistro della struttura, andando verso la città, e una pista ciclabile sul lato destro – spiega Zoccali -. Questo porterà ad un restringimento della carreggiata, che rimarrà comunque nei limiti della normativa prevista, con una larghezza di 7 metri. Lo spazio lo recupereremo riducendo il guard rail e diminuendo la velocità. Il cavalcavia infatti, proprio per la sua forma, portava purtroppo ad accelerare, ma noi ridurremo la velocità a 30 chilometri orari. Per farlo abbiamo chiesto di poter installare alcuni autovelox: in questo modo sarà molto più sicuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pista ciclabile, marciapiedi e autovelox: come sarà il nuovo cavalcavia XXV Aprile

NovaraToday è in caricamento