Ponte crollato a Romagnano: tra le ipotesi un ponte militare o il riutilizzo di quello ferroviario

Ieri sopralluogo di Cirio con il presidente della provincia Binatti

Sopralluogo delle autorità al ponte crollato a Romagnano Sesia.

Ponte crollato a Romagnano: il video

Il ponte, uno dei collegamenti principali tra le province di Vercelli e Novara, è crollato alle 13.45 di sabato 3 ottobre, per fortuna senza provocare vittime. Lunedì 5 ottobre il presidente della regione Alberto Cirio si è recato sul posto accompagnato dal presidente della provincia di Novara Federico Binatti. Diversi provvedimenti richiesti dalla Provincia "Il primo – spiegano Binatti e il consigliere delegato alla viabilità Marzia Vicenzi – è la richiesta alla Regione Piemonte della dichiarazione dello stato di emergenza per calamità naturali per il territorio novarese: un’iniziativa che ci sembra di primaria importanza per poter guardare avanti e sostenere il territorio e la popolazione nel ritorno alla normalità. A questo si aggiunge l’emissione da parte della Provincia di un provvedimento di somma urgenza per incaricare la ditta Neocos di Borgomanero per le operazioni di rimozione delle macerie del ponte dal letto del Sesia e per ripristinare la sezione idraulica del fiume, mettendo in sicurezza la zona: l’intervento comincerà già nella giornata di martedì. Abbiamo inoltre scritto ai sindaci dei Comuni colpiti dal maltempo per chiedere di quantificare i danni subiti dal territorio e dai privati: questi dati dovranno essere trasmessi sia alla Provincia, sia anche alla Regione". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rimane chiuso anche il ponte di Grignasco fino a quando non saranno conclusi i dovuti accertamenti: i collegamenti però tra la provincia di Novara e quella di Vercelli sono molto difficoltosi in queste ore. Si è quindi discusso su possibili soluzioni temporanee, come la realizzazione di un ponte militare sul fiume Sesia. Altra ipotesi è quella di riutilizzare il vecchio ponte ferroviario dismesso della linea Santhià-Arona, circa un chilometro più a valle del ponte crollato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, coprifuoco in Piemonte dalle 23 alle 5: la nuova autocertificazione

  • Cambio dell'ora, torna quella solare: si dorme un'ora in più

  • Coronavirus, Conte ha firmato il Dpcm: bar e ristoranti fino alle 18, chiuse palestre e piscine

  • Novara, due risse sabato sera: una in centro e una in viale Kennedy

  • Filamenti bianchi sulla città: che cos'è la strana sostanza che cade dal cielo su Novara

  • "Da cinque giorni aspettiamo il risultato del secondo tampone", la storia di una famiglia novarese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento