rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Attualità

Sindacalista investito e ucciso a Biandrate, al via il processo al camionista: Si Cobas protestano davanti al tribunale

Questa mattina udienza preliminare per Alessio Spaziano, accusato per l'omicidio stradale di Adil Belakhdim

Quasi 300 persone hanno protestato davanti al tribunale di Novara mentre si svolgeva l'udienza preliminare per il camionista che investì e uccise il sindacalista a Biandrate, Adil Belakhdim.

"Stamattina, dopo lo sciopero fuori ai cancelli Lidl di Biandrate - scrivono i Si Cobas -, tanti lavoratori e solidali sono accorsi in presidio fuori al Tribunale di Novara per denunciare i due pesi e due misure di uno Stato che reprime e perseguita in maniera spietata le lotte proletarie e al contempo derubrica a semplice "omicidio stradale" l'uccisione di un sindacalista investito da un tir guidato da un crumiro, che ha volontariamente forzato un picchetto. D'altra parte, come più volte sottolineato in vari interventi, con la nostra presenza in piazza oggi non ci siamo limitati a puntare il dito contro l'esecutore materiale dell'omicidio di Adil, bensì più in generale contro il sistema di sfruttamento che alimenta gli omicidi, le morti sul lavoro, la criminalità e le guerre imperialiste. Adil è vivo e lotta insieme a noi!"

I manifestanti hanno bloccato il baluardo per un paio d'ore, facendo passare solo autobus e mezzi di soccorso. Intanto Alessio Spaziano, il camionista 25enne campano che il 18 giugno del 2021 investì Adil, ha chiesto di essere processato con rito abbreviato per le accuse di omicidio stradale e resistenza a pubblico ufficiale.

La ricostruzione dell'investimento

Spaziano quel giorno era in coda con altri camionisti all'uscita del magazzino. I tir erano fermi, bloccati da un picchetto di lavoratori che manifestavano: secondo quanto ricostruito da carabinieri e polizia, spazientito dall'attesa, il camionista si è improvvisamente immesso contromano nella corsia di entrata nonostante i manifestanti fossero davanti al veicolo gridando e battendo con le mani sulla motrice, urlando al conducente di fermarsi.

A questo punto sono intervenuti gli agenti della Digos, che hanno intimato l'alt immediato al camionista, che ignorando ogni avvertimento ha continuato la marcia, procedendo a scatti, per guadagnare l'uscita. Superati i cancelli ha effettuato una curva a destra per immettersi sulla carreggiata e nel corso della manovra Adil Belakhdim è stato travolto dalle del mezzo, che senza fermarsi ha proseguito la marcia allontanandosi a forte velocità. 

Una volta raggiunta l'autostrada, al casello di Novara ovest Spaziano avrebbe telefonato ad un amico di famiglia, sovrintendente della polizia, e avrebbe detto "É successo un casino". L'amico gli ha detto di tornare indietro, di avvisare le forze dell'ordine. Spaziano avrebbe così chiamato i carabinieri, dicendo di avere il dubbio di aver investito qualcuno.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindacalista investito e ucciso a Biandrate, al via il processo al camionista: Si Cobas protestano davanti al tribunale

NovaraToday è in caricamento