Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità Orta San Giulio

Orta: nasce Ecoloago, progetto di educazione ambientale

Fondazione Comunità Novarese ha stanziato 29.500 euro

Ecolago è il nuovo progetto di educazione ambientale e scoperta del territorio boschivo del Lago d’Orta che prevede una serie di iniziative divulgative e di carattere turistico nel corso delle prossime settimane. Il progetto è stato ideato dal mondo delle associazioni locali e vede capofila Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone in collaborazione con Mastronauta e Dragolago, supportati dal Comune di Ameno.

Ecolago intende sensibilizzare l’opinione pubblica sulla tutela del territorio naturale locale con focus sull’ecosistema del canneto lacustre e del patrimonio boschivo del castagno, coinvolgendo persone di tutte le età, e mira soprattutto a creare consapevolezza per migliorare il rapporto tra comunità locale e ambiente naturale in cui vive. Le iniziative previste nelle prossime settimane riguarderanno in particolare l’area sud orientale del Lago d’Orta.

Andrea Del Duca, direttore di Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone, ha dichiarato: “Ecolago è un progetto ponte, che mira a unire le generazioni coinvolgendo la comunità per la conoscenza e la salvaguardia dell’ambiente. Si pone come case history replicabile a livello nazionale da altri ecomusei sulla tutela di specifici ambienti naturali. Il progetto è inoltre una delle prime attuazioni concrete del Contratto di Lago del Cusio, accordo in via di sottoscrizione, che unisce oltre 120 enti e soggetti privati nell’impegno di salvaguardare l’ecosistema del lago d’Orta e della Valle dello Strona.”

Il progetto Ecolago è sostenuto da Fondazione Comunità Novarese onlus che ha stanziato un contributo di 29.500 euro e avviato una campagna di raccolta donazioni. 

Il progetto si può sostenereattraverso tutti gli strumenti della Fondazione: bollettino postale, bonifico o pagamento paypal sul sito www.fondazionenovarese.it

“La Fondazione– commenta Gianluca Vacchini, Segretario Generale di Fondazione Comunità Novarese onlus – ha scelto con piacere di sostenere questo progetto di tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale delle nostre terre. Siamo sempre alla ricerca di progetti che abbiano a cuore l’ambiente ed Ecolago possiede il valore aggiunto di una corposa Rete di partner di natura diversa che hanno un obiettivo comune. Ecolago è un progetto “plurale” che mette in gioco numerosi attori, si occupa di più aspetti ed è finalizzato al benessere di tanti. Ed è un progetto che invita a ritrovarsi a contatto con la natura, finalmente, dopo tutti questi mesi trascorsi dentro le mura di casa”.

Il Presidente dell’Ente di gestione delle aree protette del Ticino e del Lago Maggiore, Roberto Beatrice, ha commentato: “L’Ente, visto l’alto valore di divulgazione di sensibilizzazione ambientale non ha che potuto patrocinare e co-finanziare il progetto “Verde Vivente” finalizzato a valorizzare le riserve naturali del Monte Mesma e del Colle della Torre di Buccione frequentate da abitanti e visitatori. Le aree protette sono due gioielli del Lago d’Orta all’interno della Riserva della Biosfera UNESCO MAB “Ticino Val Grande Verbano” in gestione all’Ente che ha tra le sue finalità la promozione di fruizione ambientale delle stesse. L’Ente è intervenuto sostenendo e cofinanziando il ripristino e la valorizzazione della segnaletica e cartellonistica delle due aree, creando all’interno del bosco del monte Mesma una mostra permanente. Complimenti ancora per l’importante iniziativa".

Il programma 

20 giugno: inaugurazione del percorso Verde Vivente. L’appuntamento successivo con Ecolago è previsto per domenica 20 giugno alle ore 15.00 presso la Riserva Naturale del Monte Mesma, dove verrà inauguratoVerde Vivente, il nuovo percorso didattico naturalistico di educazione civico ambientale in contesto boschivo che pone l’attenzione sui processi di migrazione delle diverse specie animali e vegetali, le quali nel tempo vanno a sviluppare un ecosistema su cui l’uomo rischia, coi suoi comportamenti, d'interferire in maniera dannosa.  Grazie al contributo dell’Ente Di Gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore, è previsto il ripristino e la riqualificazione della segnaletica e cartellonistica preesistente con l’utilizzo del legno di castagno.

L’evento di domenica vedrà il coinvolgimento degli artisti della compagnia “Resta Qui Airlines” che animeranno il percorso di visita nel bosco con alcune performance dal vivo.

Sabato 26 giugno e sabato 10 luglio: due giornate dedicate al patrimonio boschivo del castagno. Sabato 26 giugno alle 14 si svolgerà, lungo il percorsoVerde Viventela camminata guidata Viva i Castagni,condotta da Andrea Del Duca direttore di Ecomuseo, dedicata alla scoperta dell’importanza del castagno dal punto di vista storico e archeologico. Sabato 10 luglio alle 14.30, infine, sarà inaugurata, alla presenza delle autorità locali, l’Area Didattica del Castagno, dedicata alla valorizzazione del patrimonio boschivo locale e del suo indiscutibile pregio per realizzazione di manufatti durevoli. L’area verrà realizzata appunto con questo prezioso legname e situata sulle sponde del fiume Agogna nel territorio di Ameno. 

L’area didattica del castagno e il percorso Verde Viventedel progetto Ecolago, vanno a completare una serie di interventi di valorizzazione dell’ambiente realizzati nel 2021che includono la recentemente inaugurata passeggiata sul lungo lago, presso il canneto di Gozzano, realizzata dal Lions Club Borgomanero Cusio e dedicata alla scoperta dell’ecosistema dei canneti, anch’essa corredata di punti informativi fruibili anche attraverso codice QR Code tramite smartphone. 

La giornata prevederà anche un momento di incontro intergenerazionale: cittadini di Ameno racconteranno le loro memorie di quel territorio mentre il Sindaco di Ameno e del Consiglio Regionale dei Ragazzi di Gozzano racconterà cosa stanno facendo i più giovani oggi per salvaguardare l’ambiente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orta: nasce Ecoloago, progetto di educazione ambientale

NovaraToday è in caricamento