Novara, proteste di studenti e insegnanti del Bellini: bucata una gomma dell'auto del preside

Tra i principali problemi la didattica a distanza mai attivata e disorganizzazione di orari e corsi

Didattica a distanza che non funziona, orari, ingressi e corsi non organizzati: sono questi i motivi per cui gli studenti e diversi insegnanti dell'Ipsia Bellini hanno protestato nei giorni scorsi fuori da scuola.

I ragazzi lamentano la totale disorganizzazione per quanto riguarda la didattica a distanza, che ancora non è stata attivata: il dirigente scolastico Giuseppe Leonardo Brunetto ha assicurato che partirà da lunedì 26, ma i ragazzi ancora non hanno le credenziali per l'accesso. Anche diversi insegnanti si sono uniti alla protesta.

Mercoledì 21 in preside è uscito dall'istituto per recarsi al Nervi, altra scuola di cui è dirigente, ed è stato "inseguito" da un gruppetto di ragazzi che chiedevano spiegazioni: una volta arrivato nel parcheggio ha trovato una gomma dell'auto bucata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Ahmadreza Djalali, si avvicina la pena di morte per il ricercatore novarese detenuto in Iran

  • Coronavirus, ancora 7 decessi negli ospedali di Novara e Borgomanero

Torna su
NovaraToday è in caricamento