Coronavirus, nel week end a Novara due manifestazioni di protesta contro l'ultimo Dpcm

Sabato sit-in pacifico del mondo dello sport e della danza novarese; domenica manifestazione pacifica della "Novara che vuole lavorare"

Foto di repertorio

Anche Novara scende in piazza per protestare contro l'ultimo Dpcm del Governo, che prevede, tra le altre misure, lo stop delle attività sportive, la chiusura di palestre e piscine e il divieto dopo le 18 di consumare cibi e bevande nei locali, che però possono restare aperti per le consumazioni d'asporto e le consegne a domicilio.

Sono due le manifestazioni programmate nel fine settimana. La prima è un sit-in pacifico che avrà luogo sabato 31 ottobre dalle 11,30 alle 12,30 in piazza Gramsci, dove il mondo della danza e dello sport di Novara e provincia esprimerà, in maniera pacifica in linea con quelli che sono i valori dello sport, il proprio dissenso nei confronti della nuova stretta imposta dal Governo.

Domenica 1° novembre, invece, l'appuntamento è in piazza Martiri, dove alle 18,30 è in programma una manifestazione statica e pacifica contro i provvedimenti dell'ultimo Dpcm. In questo caso a scendere in piazza sarà la "Novara che vuole lavorare", come si legge nei post su Facebook che pubblicizzano l'evento, per esprimere solidarietà a tutti i centri sportivi e ai ristoranti. L'iniziativa è promossa da Alice Martinello in collaborazione con lo staff di Team New Gym.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Cirio: "Piemonte in zona arancione", ma gli ospedali sono al limite e non si fanno tamponi agli asintomatici

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Coronavirus, cinque decessi tra Novara e Borgomanero: i ricoverati in provincia sono 354

Torna su
NovaraToday è in caricamento