Venerdì, 25 Giugno 2021
Attualità

Coronavirus, quando saranno vaccinati i 40enni e i 30enni nel novarese e nel Vco?

Come sta andando la campagna vaccinale nei due territori e come spostare, in caso di necessità, la data di somministrazione del vaccino

Prosegue la campagna vaccinale anti covid in Piemonte, ma non con lo stesso ritrmo in tutte le province.

Mentre nei giorni scorsi 15mila torinesi (tra i 40-59 anni) hanno ricevuto una mail con un link che permette di scegliere data, ora e centro vaccinale in cui effettuare la prima somministrazione nell'arco di 20 giorni, nel novarese sono in ritardo anche gli sms di convocazione. E mentre nel novarese molti 40enni e quasi tutti i 30enni non hanno ancora ricevuto l'appuntamento, nel Vco le convocazioni sono già fissate anche per i 30enni. Addirittura nel vercellese la fascia 30-39 anni sarà vaccinata a partire da oggi, venerdì 4 giugno. 

Vaccini: al in Piemonte le prenotazioni per gli under 30

Quando saranno vaccinati i 40enni nel novarese e nel Vco?

AGGIORNAMENTO: A Novara e provincia le vaccinazioni per i 40enni sono partite, più o meno, nella prima metà di giugno. A molti però l'sms di convocazione con la data è arrivato in ritardo, mentre ad altri la vaccinazione, prevista per luglio, è stata anticipata. L'Asl ha spiegato che il ritardo è dovuto "al passaggio di alcuni centri vaccinali gestiti dai medici di famiglia sul sistema regionale per le vaccinazioni". 

Nel Vco le vaccinazioni per i 40enni sono invece già partite, sia nei comuni montani, in cui la Regione ha previsto le vaccinazioni a tappeto, sia nel resto della provincia.

Quando saranno vaccinati i 30enni?

Ancora più complesso è il discorso per i 30enni, che per la maggior parte nel novarese ha ricevuto l'sms solo intorno al 7 giugno, sempre per problemi legati alla gestione degli appuntamenti. "Sono state caricare in questi giorni molte preadesioni e nei prossimi giorni arriveranno le convocazioni", ha detto il direttore generale dell'Asl Angelo Penna durante l'inaugurazione dell'hub vaccinale al Borsa. Per quanto riguarda la data presumibilmente si andrà a fine giugno. 

Diversa la situazione nel Vco, dove i 30enni, che nella maggior parte dei casi hanno ricevuto l'sms di convocazione entro 48 ore dalla preadesione, cominceranno ad essere vaccinati dalla metà di giugno. Per quanto riguarda i comuni montani, le vaccinazioni per i 30enni partiranno già dall'inizio della prossima settimana.

Come spostare la data del vaccino?

In molti si sono posti il problema di come, e se sia possibile, spostare la data del vaccino. Il consiglio delle Asl è sempre quello di non rinviare l'appuntamento per evitare "il rischio di mettere in affanno il sistema". Ad ogni modo, per motivi di lavoro o per altre necessità, è possibile provare a spostare l'appuntamento per la prima dose contattando il Sisp della propria Asl di appartenenza.

Per quanto riguarda la seconda dose, invece, c'è la possibilità di spostare di qualche giorno la data, restando comunque nei tempi in cui è previsto il richiamo. Pfizer e Moderna infatti prevedono il richiamo tra i 30-35 e i 42 giorni dopo la prima somministrazione, Astrazeneca dopo 10-12 settimane. Come ha chiarito anche il direttore dell'Asl novarese Penna è possibile chiedere di spostare di qualche giorno l'appuntamento per la seconda dose, che viene fissato alla prima vaccinazione, ma solo in caso di reale necessità, per non creare problemi organizzativi sugli appuntamenti già fissati.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, quando saranno vaccinati i 40enni e i 30enni nel novarese e nel Vco?

NovaraToday è in caricamento