Lunedì, 14 Giugno 2021
Attualità

Tragedia del Mottarone, una raccolta fondi per aiutare il piccolo Eitan

Il bimbo è l'unico sopravvissuto al disastro, in cui hanno perso la vita i suoi genitori, il fratellino, i nonni e altre 9 persone

I genitori di Eitan

Una raccolta fondi per aiutare Eitan, il bimbo sopravvissuto alla tragedia avvenuta domenica al Mottarone, in cui hanno perso la vita 14 persone, tra cui i suoi genitori, il fratellino Tom e i nonni.

Tragedia sulla funivia Stresa-Mottarone: chi sono le vittime

La raccolta fondi è organizzata dalle Comunità ebraiche italiane in collaborazione con Eppela, la piattaforma di crowdfounding. "Il piccolo - si legge sul sito - come dicono i medici “salvo grazie all’abbraccio del padre”, si trova adesso ricoverato in prognosi riservata all’ ospedale infantile Regina Margherita di Torino dove è arrivato in condizioni disperate. Nell’incidente, avvenuto in quella che doveva essere una piacevole e spensierata domenica di maggio, hanno perso la vita i suoi giovani genitori, Amit e Tal, il fratellino Tom di due anni e i nonni, arrivati pochi giorni fa dall’Israele per una breve vacanza. Il bambino, di origini israeliane, risiedeva a Pavia con i genitori: una tragedia che ha segnato tutta Italia e in particolare le comunità ebraiche italiane che, appresa la notizia, si sono unite per lanciare questa raccolta fondi e garantire un futuro al piccolo rimasto solo".

Eitan si trovava in gita con il padre, Amit Biran, 30enne residente a Pavia e tirocinante all'Università di medicina di Pavia, la madre, Tal Peleg, 26 anni, il fratellino Tom, 2 anni, e i bisnonni venuti da Tel Aviv per stare con i familiari, Barbara Cohen Konisky, di 71 anni, e Itshak Cohen, di 82. Il piccolo, cinque anni, è l'unico sopravvissuto.

Il bambino è ricoverato nel reparto di Rianimazione dell'ospedale infantile Regina Margherita di Torino, dove era stato elitrasportato domenica insieme ad un altro bambino, Mattia, poi deceduto in ospedale. "Questa è una fase molto delicata - hanno spiegato i sanitari del reparto di Rianimazione diretto da Giorgio Ivani -. La notte è passata tranquilla e conferma la stabilità clinica del bambino, nonostante le condizioni critiche". La prognosi, comuque, resta riservata e si attendono le prossime ore per completare il risveglio del piccolo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia del Mottarone, una raccolta fondi per aiutare il piccolo Eitan

NovaraToday è in caricamento