rotate-mobile
Attualità

Dalla Regione, 8,5 milioni alle scuole paritarie per l’infanzia

Stanziati anche 7,7 milioni per l’anno 2023-2024

“Con questo stanziamento garantiamo il diritto allo studio e la libera scelta educativa alle famiglie in tutte le province del Piemonte. Inoltre per mantenere un'adeguata accessibilità ai servizi per le famiglie che vivono nei piccoli centri, e arginare il sempre più diffuso fenomeno della desertificazione dei territori collinari e montani, ho deciso che il riparto delle risorse andrà per il 75 per cento alle scuole dell'infanzia presenti in Comuni con popolazione inferiore ai 15mila abitanti oppure nelle frazioni di Comuni più densamente popolati. Perché la scuola è un bene di tutti ed è compito della politica promuovere l'apprendimento assicurando una parità delle opportunità educative. Si tratta dell'ennesima testimonianza di come l'impegno dell'assessorato per le nuove generazioni si traduce in fatti concreti e tangibili”. 

Così l'assessora regionale all'istruzione e merito, Elena Chiorino, annuncia l'arrivo dei contributi per l'anno scolastico 2022-2023 e lo stanziamento di ulteriori 7,7 milioni di euro per il nuovo bando 2023-2024 alle scuole dell'infanzia paritarie per cui la Regione Piemonte riconosce la funzione sociale ed educativa, purché non abbiano fine di lucro e siano aperte alla generalità dei cittadini. Le risorse sono destinate alle spese di gestione e funzionamento sostenute dalle scuole paritarie dell’infanzia. I contributi sono assegnati in parte ai Comuni convenzionati con scuole paritarie, in parte direttamente alle scuole paritarie non convenzionate con gli enti locali, per ciascuna sezione con un numero minimo di 15 alunni, fatta eccezione per le scuole a sezione unica per le quali il numero minimo è di 8 alunni.

La ripartizione delle risorse del bando 22/23

Le risorse assegnate saranno così suddivise:
- 3.313.166 euro e 155.810 euro saranno assegnati rispettivamente ai Comuni convenzionati e alle scuole paritarie della Città metropolitana di Torino;
- nell’Alessandrino saranno 203.153 euro per i Comuni e 223.396 euro per le scuole paritarie.
- nell'Astigiano saranno 497.700 euro senza alcun contributo diretto a scuole paritarie non convenzionate;
- nel Biellese, 285.309 gli euro destinati agli enti locali e 89,870 euro alle scuole;
- nel Cuneese, 1.973.208 euro destinati solo agli enti;
- nel Novarese, 764.508 euro agli enti e 174.924 euro alle scuole;
- nel VCO, 533.274 euro agli enti locali a fronte di 38.551 euro alle scuole;
- nel Vercellese, 147.457 euro ai Comuni e 69.872 direttamente alle scuole.

In totale saranno più di 7,7 milioni di euro assegnati alle scuole dell’infanzia per il tramite degli enti locali, mentre 752 mila euro saranno destinati direttamente alle scuole paritarie non convenzionate.
Le domande di finanziamento per il bando 2023-2024 dovranno essere inviate entro il 30 novembre 2023.

L’Avviso per il finanziamento contenente le informazioni necessarie ai Comuni e alle Scuole che intendono partecipare, è pubblicato nella sezione Bandi della Regione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Regione, 8,5 milioni alle scuole paritarie per l’infanzia

NovaraToday è in caricamento