rotate-mobile
Attualità

La Regione rifinanzia con oltre 13 milioni il "Voucher digitalizzazione Pmi"

L’assessore Tronzano: "Aiutiamo le imprese e i professionisti a lavorare con strumentazione adeguata". L’assessore Marnati: "Sosteniamo il percorso della transizione digitale"

Dopo il grande successo del bando "Voucher digitalizzazione Pmi" aperto il 24 ottobre scorso e che ha visto l'esaurimento delle risorse stanziate, oltre 23 milioni di euro, in sole 24 ore la Regione mette in campo ulteriori 13.421.000 euro.

I destinatari del beneficio sono principalmente le micro e piccole imprese ed i liberi professionisti, che possono ottenere agevolazioni per la realizzazione di progetti che includano in particolare spese per acquisto di beni e servizi, come dotazioni digitali di ultima generazione, sviluppo dell’e-commerce e sistemi di archiviazione in cloud, nonché attività di consulenza e formazione.

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto, per un massimo tra il 50 e il 70% in base alle dimensioni dell’impresa, delle spese ammissibili sostenute. 

"Aiutare le imprese e i professionisti a lavorare con strumentazione adeguata, era una delle misure che si voleva attuare da tempo perché si sentiva l’esigenza da parte di Pmi e liberi professionisti di migliorare la competitività - commenta l’assessore alle Attività Produttive Andrea Tronzano. Il successo di questa misura è stato determinato dalla partecipazione numerosa che ha visto la presentazione di centinaia di domande che hanno superato la disponibilità finanziaria che era stata messa a disposizione. L’esigenza di implementare le risorse - prosegue l’assessore Andrea Tronzano è utile per permettere a tutti di poterne usufruire è di stare al passo con il mercato".

"L’esaurimento delle risorse in tempi rapidissimi dimostra che la misura messa in campo dalla Regione Piemonte ha intercettato appieno le reali esigenze del mondo imprenditoriale delle Pmi che sono la dorsale del nostro sistema economico regionale, e dei liberi professionisti - commenta l’assessore regionale all’Innovazione Matteo Marnati. Prosegue dunque la nostra strategia per supportare tutte le imprese del territorio ed accompagnarle nel percorso della trasformazione digitale, per migliorare la loro competitività sul mercato e migliorare il livello dei servizi forniti".

Il bando, gestito in collaborazione con Unioncamere, e aperto in data 24 ottobre 2023, proprio in relazione all’intenso afflusso di domande inviate (ne sono state ricevute entro le ore 24 del giorno 24 ottobre, 1.339, per una richiesta fondi pari a 23.305.573,26 euro) ha in tempi strettissimi di fatto esaurito la dotazione iniziale. Per questo motivo la Dgr approvata ha stanziato ulteriori 13.421.000 euro al fine di dare copertura alle domande pervenute oltre la capienza della dotazione finanziaria iniziale. Questa immissione di nuove risorse va a beneficio di chi ha presentato domanda ed è stato ritenuto ammissibile sul bando "Voucher digitalizzazione Pmi".

Continua a leggere su NovaraToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione rifinanzia con oltre 13 milioni il "Voucher digitalizzazione Pmi"

NovaraToday è in caricamento