rotate-mobile
Attualità

Scuola, tamponi, vaccini e quarantene: le regole aggiornate valide a Novara

Le norme per le quarantene e per il rientro in classe degli studenti positivi o che hanno avuto un contatto con un positivo

Sono migliaia i genitori piemontesi che stanno cercando di districarsi con la burocrazia tra tamponi, quarantene, vaccini, autosorveglianza e rientro in classe.

Le regole sono tante e, spesso, diverse a secondo dell'Asl di residenza: con quanti positivi in classe i bambini staranno a casa in Dad? E se sono vaccinati? Come si fa per il rientro in classe? Sono tante le domande che si accalcano in questi giorni, vediamo le regole principali valide in Piemonte e nell'Asl di Novara.

Quarantene, isolamento e tamponi: tutte le regole dell'Asl di Novara

Studente positivo

É il caso più "semplice", perchè non c'è differenza a seconda della scuola che si frequenta: il genitore dello studente positivo (nido, materna, elementari, medie o  superiori, è indifferente) riceverà un sms con il numero del provvedimento contumaciale (il cosiddetto "isolamento") qualche ora dopo aver eseguito il tampone, rapido o molecolare, che è risultato positivo.

- Se lo studente è vaccinato con tre dosi (o con la seconda dose/guarito da meno di 4 mesi, oppure guarito dopo aver fatto le prime due dosi) per uscire dall’isolamento è necessario sottoporsi a un tampone di verifica che può essere eseguito (in assenza di sintomi da almeno 3 giorni) dopo 7 giorni;

- Se lo studente non è vaccinato (o ha ricevuto la seconda dose o è guarito da più di 120 giorni) dovrà eseguire un tampone dopo 10 giorni (in assenza di sintomi da almeno 3 giorni); 

- Se lo studente non esegue alcun tampone potrà rientrare a scuola dopo 21 giorni (almeno 7 senza sintomi);

Per rientrare in classe è necessario copia dell’esito negativo del tampone oppure il green pass da guarigione (oppure l’autocertificazione nel caso che siano trascorsi 21 giorni dall’inizio dell’isolamento e almeno 7 senza sintomi).

Il tampone può essere eseguito gratuitamente in uno degli hotspot pubblici (tramite la prenotazione dell’Asl), dal proprio pediatra/medico di famiglia, oppure in farmacia (o in una struttura privata autorizzata). Per avere il tampone gratuito in farmacia gli studenti di primarie, medie e superiori dovranno avere la ricetta medica, mentre per nidi e materne continuerà a essere sufficiente l’autocertificazione, mostrando l’sms ricevuto dalla Regione con il numero del provvedimento (o analoga documentazione dell’Asl che attesti lo stato contumaciale), e copia della carta di identità.

Scarica il modulo di autocertificazione per studenti minorenni

Scuola dell'infanzia

Negli asili si andrà a scuola fino a quattro casi positivi in classe, compresi gli educatori e gli insegnanti, che dovranno però indossare mascherine ffp2 fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso di positività. Con cinque o più casi di positività nella stessa classe l’attività è sospesa per cinque giorni.

In caso un bambino (o un educatore) manifestasse dei sintomi, è obbligatorio effettuare un test antigenico (rapido o autosomministrato) o un test molecolare. Anche se negativo, se dopo 5 giorni si hanno ancora sintomi il test va ripetuto. Sarà quindi possibile anche effettuare un tampone "fai da te" e compilare un'autocertificazione in cui si dichiara la negatività. 

Scuola primaria

Alle elementari si andrà a scuola fino a quattro casi di positività nella stessa classe, ma con l’utilizzo di mascherine ffp2 (sia per docenti che per alunni sopra i 6 anni) fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso di positività. Con cinque o più casi di positività nella stessa classe i vaccinati e i guariti da meno di 120 giorni (o dopo il ciclo vaccinale primario), i vaccinati con dose di richiamo e gli esenti dalla vaccinazione proseguono l’attività in presenza con l’utilizzo della mascherina ffp2 fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso di positività, mostrando il green pass. Gli altri alunni non vaccinati invece staranno a casa in didattica digitale.

In caso un bambino (o un docente) manifestasse dei sintomi, è obbligatorio effettuare un test antigenico (rapido o autosomministrato) o un test molecolare. Anche se negativo, se dopo 5 giorni si hanno ancora sintomi il test va ripetuto. Sarà quindi possibile anche effettuare un tampone "fai da te" e compilare un'autocertificazione in cui si dichiara la negatività. 

Scuole medie e superiori

Alle medie e superiori invece con un positivo in classe tutti i ragazzi continuano le lezioni in presenza con l’utilizzo di mascherine ffp2. Con due o più casi invece rimangono in classe solo i vaccinati e i guariti da meno di 120 giorni (o dopo il ciclo vaccinale primario), i vaccinati con dose di richiamo e gli esenti dalla vaccinazione, sempre con mascherine ffp2, mostrando il green pass. Tutti gli altri non vaccinati invece staranno a casa in didattica digitale per 5 giorni. 

Quarantene a autosorveglianza

Con cinque o più casi di positività per asili e primarie e con due casi o più di positività alle medie e alle superiori, si applica il regime sanitario dell’autosorveglianza (anche fuori da scuola) per chi ne ha diritto, cioè ai vaccinati e guariti da meno di 120 giorni (o dopo il ciclo vaccinale primario) e vaccinati con dose di richiamo: sarà quindi possibile uscire, ma solo indossando mascherina ffp2 per 10 giorni, e non sarà necessario fare il tampone.  

Per i bambini e i ragazzi non vaccinati invece scatta invece la quarantena precauzionale di cinque giorni, che termina con un tampone negativo. Per i successivi cinque giorni dopo il rientro dalla quarantena gli studenti dai 6 anni in su indosseranno la mascherina ffp2.

Come fare il tampone gratis in Piemonte

La Regione ha inoltre comunicato che da lunedì 7 febbraio per primarie, medie e superiori sarà necessaria la ricetta medica per eseguire un tampone gratuito in farmacia, mentre per nidi e materne continuerà a essere sufficiente l’autocertificazione. 

Basterà sempre l’autocertificazione, senza necessità di ricetta, anche nel caso dei tamponi gratuiti in farmacia per l’uscita dall’isolamento dei soggetti positivi e in generale per l’uscita dalla quarantena di ambito extra scolastico. In questi casi, insieme all’autocertificazione, sarà sempre necessario mostrare in farmacia anche l’sms ricevuto dalla Regione con il numero del provvedimento contumaciale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, tamponi, vaccini e quarantene: le regole aggiornate valide a Novara

NovaraToday è in caricamento