menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Piemonte ancora in zona rossa: le regole per le visite ad amici e parenti a Pasqua e Pasquetta

Le regione rimarrà in zona rossa fino al 6 aprile

Il Piemonte sarà sicuramente in zona rossa fino al 6 aprile: lo ha confermato l'ordinanza del Ministro Speranza firmata sabato.

Per il fine settimana di Pasqua e Pasquetta però ci sono alcune deroghe alle regole sugli spostamenti, proprio per permettere ad amici e parenti di incontrarsi in occasione delle feste, come era già avvenuto a Natale. Le linee guida sottolineano comunque che è necessario limitare il più possibile i contatti tra persone non conviventi e che è sempre necessario indossare la mascherina, mantenere la distanza interpersonale e lavare o igienizzare frequentemente le mani.

Cosa è consentito fare in zona rossa: tutte le regole aggiornate

Visite ad amici e prenti a Pasqua e Pasquetta: le regole

In zona rossa sono vietati tutti gli spostamenti che non siano motivati da lavoro, necessità o salute: c'è però una deroga per il 3, 4 e 5 aprile. "Nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021 sarà consentito una sola volta al giorno, spostarsi verso un'altra abitazione privata abitata della stessa Regione, tra le ore 5.00 e le 22.00, a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione - si legge nelle Faq del Governo -. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro".

Gli altri giorni invece ci si potrà spostare, anche all'interno del proprio comune di residenza, solo per andare a lavorare, recarsi ad una visita o un esame medico o per altre motivazioni che sono considerate necessità, ad esempio per fare la spesa, sempre però con autocertificazione.

Il modulo di autocertificazione per gli spostamenti

É possibile portare i figli dai nonni "ma è fortemente sconsigliato, perché gli anziani sono tra le categorie più esposte al contagio da COVID-19 e devono quindi evitare il più possibile i contatti con altre persone" si legge nelle Faq. Rimane in vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5.

Negozi, ristoranti, bar e scuola

Rimangono comunque chiusi bar, ristoranti e negozi che non vendono beni di prima necessità, come resta in vigore il coprifuoco tra le 22 e le 5. Per uscire di casa continua ad essere necessaria l'autocertificazione, mentre rimangono chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado fino a dopo Pasqua, quando torneranno in classe i bambini di asili, elementari e prima media.“

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, a Novara apre un nuovo centro vaccinale

Attualità

Coronavirus, da oggi Novara e il Piemonte in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento