rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Green pass, mascherine e quarantene da contatto: le nuove regole dal 1° aprile

Le tappe del nuovo decreto e le regole a partire dall'inizio di aprile

Green pass, mascherine e contatti: dal 1° aprile cambiano le regole.

Il governo ha infatti approvato un nuovo decreto che porterà, gradualmente, a ridurre e in parte eliminare le restrizioni legate al contrasto della diffusione della pandemia. Dal 1° aprile infatti l'Italia non sarà più in stato di emergenza e di conseguenza decadranno il comitato tecnico scientifico e la struttura del commissario straordinario. Al loro posto una unità operativa ad hoc fino al 31 dicembre per accompagnare il periodo transitorio e completare la campagna vaccinale.  

Cosa cambia dal 1° aprile

Dal 1° aprile decade l'obbligo di super green pass sui luoghi di lavoro per gli over 50. Niente super green pass anche sul mezzi di trasporto pubblico locale, sui quali sarà sufficiente indossare la mascherina ffp2. Non sarà più necessario avere il green pass base per entrare negli uffici pubblici, nei negozi, nelle banche, alle poste o dal tabaccaio. Anche nei ristoranti all'aperto non sarà più prevista l'esibizione di alcun certificato: via libera quindi a pranzi e cene all'aperto anche per chi non è vaccinato. Inoltre decade il limite delle capienze, quindi anche negli stadi sarà possibile occupare il 100% dei posti.

Novità anche per le quarantene da contatto con un caso positivo al covid, anche per i non vaccinati: dovrà restare in autoisolamento solo chi ha contratto il virus mentre chiunque abbia avuto un contatto dovrà applicare il regime dell'autosorveglianza, indossando la mascherina Ffp2 per 10 giorni. Non ci sarà più quindi distinzione tra vaccinati e non vaccinati.

Per quanto riguarda la scuola, l'obbligo di isolamento resta solo per i contagiati: la Dad quindi resterebbe solo per coloro che hanno contratto l'infezione. In tutte le scuole, compresi nidi e infanzia, anche con quattro casi di positività tra gli alunni di una classe, l'attività didattica prosegue per tutti in presenza con l'utilizzo di mascherine a partire dai 6 anni. Riparte anche la possibilità di svolgere gite e manifestazioni sportive.

Le regole dal 1° maggio

Dal 1° maggio termina l'obbligo del green pass quasi ovunque. Quello rafforzato resterà in vigore solo fino al 30 aprile per la ristorazione al chiuso (per i turisti stranieri cade già dal primo aprile), piscine, palestre, centri benessere, sale gioco, discoteche, congressi ed eventi sportivi al chiuso. Sempre dal primo maggio via l'obbligo delle mascherine in tutti i luoghi al chiuso, anche a scuola. Fino al 30 aprile per alcune attività come mense, concorsi pubblici e colloqui in carcere, oltre ai trasporti a lunga percorrenza, sarà ancora obbligatorio il green pass base. 

Fino al 30 aprile sarà ancora obbligatorio indossare le ffp2 per l'accesso ad aerei, navi e traghetti interregionali; treni interregionali, Intercity Alta Velocità; autobus interregionali e a noleggio con conducente; sul trasporto pubblico locale o regionale; trasporto scolastico; funivie, cabinovie e seggiovie, mentre dal 1° maggio l'obbligo decadrà.

Sempre fino al 30 aprile, in tutti gli altri luoghi al chiuso (escluse le abitazioni private), sarà obbligatorio indossare "dispositivi di protezione delle vie respiratorie". Nei luoghi di lavoro, invece, la mascherina rimarrà obbligatoria anche dopo il 1° maggio, ma sarà sufficiente indossare quella chirurgica e non per forza la ffp2.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green pass, mascherine e quarantene da contatto: le nuove regole dal 1° aprile

NovaraToday è in caricamento