rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Attualità

Il Piemonte torna in zona gialla: le regole in vigore dal 3 gennaio

Salgono contagi e ricoveri: la regione passerà in zona gialla dopo Capodanno

Da lunedì 3 gennaio il Piemonte sarà in zona gialla.

Lo ha annunciato oggi, giovedì 30 dicembre, la Regione comunicando i dati del pre report settimanale del Ministero della Salute e dell'Istituto superiore di sanità. "Siamo riusciti a lungo a mantenere la nostra regione in zona bianca grazie allo sforzo collettivo e all’effetto dei vaccini  - spiegano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi -. Il passaggio in zona gialla è frutto della crescita del contagio che si sta registrando a livello globale, ma testimonia anche come i numeri delle ospedalizzazioni in Piemonte siano ancora contenuti e, anche questo, è merito dei vaccini".

Dal 3 gennaio il Piemonte "cambia colore" e, quindi, cambiano anche le regole. Ecco le principali

L'ultimo decreto dell'anno: le nuove regole 

Mascherine all'aperto

La principale differenza tra zona gialla e zona bianca è l'obbligo di mascherine all'aperto, già introdotto comunque dal decreto del 23 dicembre. Ora i dispositivi di protezione delle vie respiratorie vanno indossati anche per strada e non solo nei luoghi chiusi.

Spostamenti

Nessun limite agli spostamenti in zona gialla. Non ci sono infatti regole che vietino di spostarsi verso altri comuni o regioni: si potrà circolare liberamente, come in zona bianca.

Ristorazione e bar

Bar e ristoranti restano aperti senza limitazioni di orario anche in zona gialla. Rimangono in vigore tutte le regole sul super green pass, che è obbligatorio per consumare cibi o bevande seduti ai tavoli all'interno di un locale, mentre all'aperto è sufficiente il green pass base (almeno fino al 9 gennaio). 

Cinema, teatri e mostre

Nessun limite di capienza in zona gialla per cinema e teatri, che possono lavorare al 100%: rimane però l'obbligo di super green pass per l'accesso. Stessa regola anche per gli stadi e i palazzetti per gli eventi sportivi, che restano con una capienza del 75% all'aperto e al 60% al chiuso (almeno fino al 9 gennaio).

Piscine e palestre

Per piscine e palestre con il decreto del 23 dicembre è stato introdotto l'obbligo del il super green pass al chiuso (dal 10 gennaio anche all'aperto).

Musei e mostre

Stesse regole di piscine e palestre anche nei musei.

Piste da sci

Con il passaggio in zona gialla, fino al 9 gennaio, non c'è differenza per gli impianti di risalita sulle piste da sci: skilift e seggiovie aperte potranno essere utilizzate anche senza green pass, come già succede in zona bianca, mentre per cabinovie e funivie chiuse basterà il green pass base. In caso di passaggio in zona arancione invece servirà il super green pass su tutti gli impianti.

Mezzi pubblici 

Anche in zona gialla, fino al 9 gennaio, il green pass base sarà sufficiente per entrare in metropolitana, salire sugli autobus e prendere treni regionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Piemonte torna in zona gialla: le regole in vigore dal 3 gennaio

NovaraToday è in caricamento