rotate-mobile
Attualità

Visite e liste d'attesa: 25 strutture private hanno risposto al bando regionale per i nuovi accreditamenti

Il bando è stato lanciato dalla Regione Piemonte per ridurre le liste d'attesa per le prestazioni sanitarie, i cui tempi si sono ulteriormente allungati a causa della pandemia

Sono 25 le richieste pervenute sul bando per nuovi accreditamenti di strutture private che la Regione Piemonte ha avviato a metà febbraio per ridurre le liste d'attesa per le prestazioni sanitarie, i cui tempi si sono ulteriormanete allungati a causa della pandemia.

Il bando riguardava tutto il territorio piemontese ad eccezione dell’Asl Città di Torino, per la quale è stato pubblicato un apposito avviso con scadenza il 14 marzo.

Nel dettaglio, le manifestazioni di interesse riguardano: 11 l’area metropolitana di Torino (Asl To3, To4, Asl To5), 6 l’area omogenea Piemonte Nord Est (Asl Novara, Vco, Vercelli, Biella), 2 l’area omogenea Piemonte Sud Ovest (Asl Cuneo 1 e Cuneo 2), 6 l’area omogenea Piemonte Sud Est (Asl Alessandria ed Asti).

Il bando riguarda in modo specifico alcune delle prestazioni ambulatoriali maggiormente da potenziare per ridurre le liste d’attesa: allergologia, cardiologia, chirurgia vascolare, dermatologia, dietetica e nutrizione clinica, ematologia, endocrinologia, gastroenterologia-chirurgia ed endoscopia digestiva, nefrologia, neurologia, oculistica, odontoiatria, ortopedia e traumatologia, ginecologia, otorinolaringoiatria, pneumologia, radiologia diagnostica, reumatologia, recupero e rieducazione funzionale primo livello, urologia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Visite e liste d'attesa: 25 strutture private hanno risposto al bando regionale per i nuovi accreditamenti

NovaraToday è in caricamento