rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Attualità

Scuola, dalla Regione quasi 5 milioni ai Comuni per ridurre le tariffe degli asili

Per l'assessora Elena Chiorino: "Con il potenziamento dei servizi educativi 0/6 si vuole garantire un supporto a famiglie e amministratori per mantenere i servizi sui territori"

"In una nazione col tasso di natalità tra i più bassi d'Europa, bisogna lavorare per attuare politiche che possano essere di supporto a coloro che decidono di avere dei figli".

Così l'assessora regionale all'Istruzione Elena Chiorino da il via ad una misura di quasi 5 milioni di euro per sostenere la rete degli asili nido e materne, per consolidare il legame con il territorio e ridurre la spesa a carico delle famiglie.

"Perché la famiglia, in Italia, è anche il primo motore economico ed ammortizzatore sociale - ha commentato Chiorino - e pertanto è il primo valore da tutelare con tutti gli strumenti a nostra disposizione. Tra le numerose azioni che sto portando avanti, proprio in quest’ottica, la scorsa settimana abbiamo approvato una misura rivolta al potenziamento della rete dei servizi educativi per l’infanzia (0/6) che viene incontro sia alle famiglie con bimbi piccoli, ma anche agli amministratori stessi che continuano a garantire i servizi essenziali ai propri cittadini".

Il provvedimento approvato prevede un piano di interventi volti a potenziare la rete degli istituti a titolarità sia pubblica, sia privata agevolando l’accesso ai servizi educativi per i bambini diversamente abili, riducendo le tariffe, potenziando le sezioni "primavera" e favorendo il pieno utilizzo dei posti esistenti. Inoltre con questo sostegno sarà possibile garantire una formazione continua e di qualità al personale educativo, promuovendo una rete di coordinamenti pedagogici territoriali.

"Da ex sindaca - ha spiegato l’assessora - comprendo bene le difficoltà che, ogni giorno, gli amministratori, soprattutto dei piccoli comuni, riscontrano per quadrare il bilancio e mantenere i servizi. La denatalità e la desertificazione dei territori marginali sono oggi tra le grandi emergenze da affrontare: la politica ha il dovere di sostenere gli amministratori e i cittadini con delle politiche integrate fra loro che permettano anche di invertire questo trend demografico negativo. E con il potenziamento dei servizi educativi per l’infanzia 0/6 ritengo sia stato aggiunto un tassello a questo progetto di visione che mira a garantire un supporto a coloro che vivono i nostri territori".

La Regione per il 2021 stanzierà ai Comuni destinatari un importo complessivo pari a 4 milioni e 701.451 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, dalla Regione quasi 5 milioni ai Comuni per ridurre le tariffe degli asili

NovaraToday è in caricamento