Martedì, 23 Luglio 2024
Attualità

Novara, la scuola media di San Rocco non chiude ma diventa punto di riferimento stabile del quartiere

La replica dell'istituto comprensivo Rita Levi Montalcini

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Dall'anno scolastico 2023-2024 la scuola secondaria di primo grado G. Pajetta diverrà polo unitario di scuola secondaria di primo grado presso l'unica sede di via Rivolta, 4. Una scelta che scaturisce dal dialogo documentato, costante e continuo, tra istituto comprensivo, amministrazione e Ufficio scolastico provinciale e che consente di ottimizzare al massimo le risorse, di ampliare l'offerta formativa e di organizzare gli spazi anche alla luce di nuove progettualità importanti per l'istituto, per la scuola e per l'intero Paese (laboratori Pon "Fondi strutturali europei" - laboratori di sviluppo delle discipline Stem - Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica - Internazionalizzazione della didattica - Pnrr ).

La necessità di una razionalizzazione di spazi e risorse, umane e strumentali, si unisce ad una prospettiva di natura culturale ed educativa che, in estrema sintesi, prevede la possibilità di "uscire dal proprio quartiere" e di aprirsi al confronto con realtà più estese. L'istituto comprensivo convalida questa prospettiva precisando che non si tratta di una decisione del solo istituto e chiarisce di non aver affatto dirottato in alcun modo richieste di iscrizioni verso la sede di via Rivolta 4, iscrizioni che da sempre sono state espresse indicando l'unico plesso di riferimento identificabile sul portale Scuola in chiaro: G. Pajetta -NOMM825019.

Il distaccamento di San Rocco (in foto) dove è collocata anche la scuola primaria I. Calvino "non chiude tuttavia i battenti" ma è destinato a divenire punto di riferimento stabile del quartiere a favore dei ragazzi della fascia d'età della scuola secondaria di primo grado per lo svolgimento di attività pomeridiane (e non solo): supporto compiti, attività ed esperienze laboratoriali in connessione con le associazioni sportive/culturali. Non è allora un caso che il progetto educativo integrato novarese "#Iorestoascuola" promosso dall'amministrazione comunale, abbia preso il suo avvio proprio dal quartiere di San Rocco per contribuire a mantenere positivo e favorevole l'assetto sociale del territorio indirizzando le ragazze e i ragazzi verso iniziative, attività ed esperienze di vita sociale positive. È solo l'inizio di un percorso di più ampio respiro e sviluppo che si "scrive" con apertura al nuovo e disponibilità al cambiamento per costruire, grazie alla collaborazione di ciascuno, una "scuola aperta" alla condivisione di un progetto comune che fa leva su "alleanze multiple" e diventi davvero "comunità educante".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, la scuola media di San Rocco non chiude ma diventa punto di riferimento stabile del quartiere
NovaraToday è in caricamento