Cavalcavia di Corso Milano: via libera alla seconda parte degli interventi

Pubblicata la determina per la fase finale dei lavori

Ha riaperto prima di Natale, non senza polemiche, il Cavalcavia Porta Milano.

La prima parte degli interventi strutturali, realizzati da Rete Ferroviaria Italiana, comprendeva la parte sospesa del ponte che passa sopra la ferrovia e si è conclusa: ora manca l'intervento di competenza del Comune, che riguarda le rampe e i terrapieni. L'amministrazione comunale ha pubblicato la determina con la quale si potrà indire il bando di gara per la fase finale dei lavori, per un costo complessivo di 1.2 milioni di euro. Gli interventi, che dovrebbero iniziare a fine febbraio o inizio marzo, non prevederanno la chiusura totale del cavalcavia, ma solo di una corsia, come aveva annunciato il sindaco Canelli.

Non sono mancate però le polemiche in consiglio comunale sui lavori già svolti: i nuovi guard rail, realizzati da Rfi, non permettono agli autobus e ai mezzi pesanti di passare. I tecnici hanno effettuato alcune prove, ma non c’è stato nulla da fare: la curva è troppo stretta per i bus cittadini, che sono costretti ad invadere l'altra corsia. In attesa della seconda tranche di lavori, che forse potrebbe portare delle ulteriori modifiche, i bus continuano quindi a seguire un percorso alternativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Coronavirus, cinque decessi tra Novara e Borgomanero: i ricoverati in provincia sono 354

  • Coronavirus, ancora 7 decessi negli ospedali di Novara e Borgomanero

Torna su
NovaraToday è in caricamento