Attualità

Liste di attesa per visite ed esami: dalla Regione un sms per ridurre i tempi

Sarà utilizzato il "modello vaccini" per accelerare i tempi per mammografie e visite cardiologiche

É stato inaugurato in piena emergenza pandemica e ha permesso alla Regione Piemonte di portare avanti la campagna vaccinale nei tempi previsti.

Il cosiddetto 'modello vaccini' è il sistema di prenotazione della prima, seconda e terza dose vaccinale che prevedeva la comunicazione a ogni piemontese della propria prenotazione attraverso un semplice sms. Oggi quel modello viene utilizzato sulla sanità tradizionale. 

Da ottobre in Piemonte è stata infatti lanciata una nuova metodologia di presa in carico del paziente anche nell'ambito delle visite specialistiche. Chi dovrà prenotare una mammografia o una visita cardiologica, se una volta contattato il CUP non avrà un appuntamento, non dovrà richiamare una seconda volta. Sarà il CUP a prendersi in carico il paziente e ad avvisarlo con un sms della data in cui potrà fare la visita. Nei tempi previsti dalla legge. 

Piemonte, il modello vaccini per ridurre le liste d'attesa: in un sms data e luogo della visita

"Su due prestazioni sanitarie che sono mammografia e visita cardiologica, le persone non dovranno più telefonare cercando l'appuntamento. Basterà telefonare al CUP una volta e se in quella telefonata non si avrà l'appuntamento il sistema prenderà in carico come per i vaccini. Il sistema entro pochi giorni manderà un messaggio sul telefonino e come dicevamo ai piemontesi dove e quando andare a fare il vaccino, diremo dove e quando fare la visita cardiologica nella tua area omogenea geografica", ha spiegato Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte. 

Si comincia con mammografia e visita cardiologica perché sono le visite più comuni, ma l'obiettivo è raggiungere anche le altre prestazioni. Se quella data non andrà bene il paziente potrà cambiare la data rivolgendosi al CUP, telefonando al numero verde 800.000.500 o soprattutto agendo sul sito Salute Piemonte. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liste di attesa per visite ed esami: dalla Regione un sms per ridurre i tempi
NovaraToday è in caricamento