rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Attualità

Sospesa l'infermiera a capo della manifestazione No Green Pass: pronto per sabato un altro corteo

L'ospedale ha sospeso Giusy Pace: l'infermiera, nonostante le sue dichiarazioni, non è vaccinata

Sospesa ufficialmente perchè "inottemperante all'obbligo vaccinale previsto per gli operatori sanitari".

Giusy Pace, l'infermiera che sabato 30 ottobre ha organizzato il corteo dei No green pass vestiti come i deportati nei lager, è stata sospesa dal suo ruolo di coordinatrice delle infermiere dell'ospedale Maggiore perchè non è vaccinata. La donna aveva dichiarato in diverse interviste di essere vaccinata ma, dopo il caos scoppiato per la manifestazione di sabato, sono stati effattuati dei controlli e l'infermiera non risulta vaccinata. Il direttore dell'ospedale Gianfranco Zulian ha anche annunciato che il Maggiore sta valutando di denunciare Giusy Pace per il danno di immagine subito.

Video | A Novara i No Green pass sfilano vestiti da deportati

Intanto i No Pass stanno organizzando un nuovo corteo per sabato: in Questura è stata presentata la richiesta. La manifestazione sarà probabilmente autorizzata nelle prossime ore, ma il livello di attenzione rimarrà alto. "Chi protesta non ha il diritto di distorcere e far propri simboli che appartengono oggi all’intera società civile: non si può accostare una tematica come quella del Green Pass a quella del filo spinato dei lager, perché chi non sa e non ha compreso commette un’ulteriore violenza nei confronti delle vittime" ha commentato la presidente della Comunità Ebraica Rossella Bottini Treves.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospesa l'infermiera a capo della manifestazione No Green Pass: pronto per sabato un altro corteo

NovaraToday è in caricamento