Coronavirus, la Regione Piemonte sospende i blocchi del traffico

Con un'ordinanza, revocate le limitazioni alla circolazione per i veicoli diesel euro 4 ed euro 5 che scattano in caso di superamenti consecutivi dei valori di Pm10

Foto di repertorio

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, d’intesa con gli assessori competenti all’Ambiente e alla Sanità, Matteo Marnati e Luigi Genesio Icardi, ha firmato nella serata di ieri, giovedì 19 novembre, un’ordinanza con la quale vengono sospese le limitazioni alla circolazione per i veicoli diesel euro 4 ed euro 5 che scattano, secondo il protocollo antismog, in caso di superamenti consecutivi dei valori di Pm10.

La decisione è stata condivisa con il ministro dell’Ambiente Sergio Costa "alla luce dei disagi affrontati dalla cittadinanza - spiegano dalla Regione - per la situazione emergenziale dovuta alla diffusione della pandemia, che ha determinato importanti impatti sanitari e socio-economici a tutti i livelli, regionale, nazionale e internazionale".

L'ordinanza di Cirio entra in vigore oggi, venerdì 20 novembre. A Novara il blocco del traffico scattato con l'allerta arancione si è già concluso, ma il provvedimento regionale consente di evitare ulteriori limitazioni alla circolazione anche in futuro.

"Ho firmato l’ordinanza che revoca in tutto il Piemonte i blocchi del traffico per la circolazione dei Diesel euro 4 ed euro 5 - ha dichiarato il presidente della Regione Alberto Cirio -. Una decisione di buonsenso in un momento d’emergenza già difficile da affrontare per ogni cittadino. Ringrazio il ministro dell’Ambiente Costa per aver condiviso questa scelta e il nostro assessore all’Ambiente Matteo Marnati per il prezioso lavoro che ha portato a questo risultato".

Nell’ordinanza, in particolare, si legge "allo scopo di contrastare il diffondersi del virus Covid-19 su tutto il territorio della regione Piemonte, sono sospese le misure temporanee di limitazione delle emissioni relative al settore mobilità privata, per spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o d’urgenza".

"In un momento così delicato per la nostra regione, sia da un punto di vista sanitario che economico - ha commentato Matteo Marnati, assessore regionale all’Ambiente - è passata la linea della Giunta di poter revocare i blocchi del traffico. Una giusta misura che, finché saremo in zona rossa o arancione, non aggraverà il disagio legato allo spostamento delle persone per motivi di lavoro e necessità. Tutelare la qualità dell’aria rimane una priorità dell’assessorato all’Ambiente con misure di contrasto all’inquinamento".

Restano comunque in vigore le limitazioni alla circolazione per alcune categorie di veicoli, così come previsto dal protocollo antismog:

  • veicoli adibiti a trasporto persone e merci, alimentati a benzina, gpl e metano euro 0; diesel Euro 0, Euro 1 e Euro 2: blocco per tutto l’anno, festivi compresi, dalle 0.00 alle 24.00;
  • veicoli adibiti a trasporto persone e merci diesel Euro 3: blocco dal 1° ottobre al 31 marzo, dalle 8.30 alle 18.30 dal lunedì al venerdì;
  • veicoli adibiti a trasporto persone e merci diesel Euro 4: il blocco, che avrebbe dovuto scattare dal 1° ottobre al 31 marzo è differito al 1° gennaio 2021, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30;
  • ciclomotori e motocicli benzina Euro 0: dal 1° ottobre al 31 marzo, tutti i giorni, festivi compresi, dalle 0.00 alle 24.00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Incidente sul lavoro a Novara: morto un operaio di 36 anni

  • Nuovo Dpcm Natale 2020: le regole allo studio per pranzi, cene e parenti

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

  • Coronavirus, decreto per Natale: no agli spostamenti tra comuni e regioni per le feste

Torna su
NovaraToday è in caricamento