rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Attualità

Coronavirus, parte da Novara lo studio di uno spray nasale anti covid

Obiettivo del progetto, realizzato nell'ambito del programma di cooperazione transfrontaliera Interreg, è quello di realizzare uno spray nasale e orale utile a prevenire l'infezione da Covid-19

Parte da Novara il progetto di ricerca per realizzare uno spray nasale e orale anti covid.

L'iniziativa è stata presentata in una conferenza stampa che si è tenuta ieri, martedì 12 aprile, presso la Fondazione Novara Sviluppo, sede operativa del Consorzio Ibis, partner italiano del progetto.

Partito da circa un mese, il progetto "Spray Anti Covid-19" è attuato nell’ambito del programma di cooperazione transfrontaliera Interreg V-A Italia-Svizzera 2014-2020 e ha come capofila Dgp Pharma Srl, azienda farmaceutica novarese specializzata nella produzione di integratori alimentari e dispositivi medici con formulazioni innovative. Partner italiano dell'iniziativa è il Consorzio Ibis di Novara, co-gestore del Polo di Innovazione del Piemonte Green Chemistry and Advanced Materials, mentre il partner svizzero è Vb Technochemicals Sa (Canton Ticino), realtà specializzata nelle formulazioni e nella loro caratterizzazione.

Lo scopo del progetto, che avrà una durata complessiva di 13 mesi, è quello di ricercare, formulare, studiare e validare uno spray nasale e orale, realizzato con ingredienti naturali e ingegnerizzato con liposomi, utile come protezione dal Covid-19.

Per fare questo, spiegano i responsabili del progetto, "si selezioneranno alcuni estratti vegetali con proprietà antibatteriche e antivirali che si intendono ingegnerizzare: verranno infatti selezionate alcune molecole ed estratti vegetali che verranno formulate con olii auto emulsionanti per creare dei nanoliposomi che massimizzano l’assorbimento nelle membrane plasmatiche, nella mucosa nasale e mucosa orale. Inoltre, si studierà anche la possibilità di creare, con gli ingredienti del prodotto, un ambiente con un Ph tale da inibire la crescita del virus".

"E’ probabile che il prodotto formulato riesca anche a competere con i virus per l’entrata nelle cellule dell’organismo - aggiungono ancora i responsabili dell'iniziativa - la sua efficacia verrà testata e validata in vitro. Il prodotto vuole essere una misura di prevenzione all’infezione del Covid-19 in quanto potrà inibire sia direttamente (azione antivirale degli estratti vegetali ingegnerizzati) sia indirettamente (competizione ai di siti ancoraggio Covid-19 sull’epitelio della mucosa) l’entrata del virus nell’organismo. Il prodotto non vuole sostituire le indicazioni del Ministero della salute relative all’uso di mascherine, distanziamento fisico, utilizzo di vaccini o farmaci per il covid ma vuole essere di aiuto in qualità di ulteriore strato protettivo. Il prodotto avrà altresì le caratteristiche per essere una soluzione preventiva per le patologie respiratorie virali compresa l’influenza stagionale".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, parte da Novara lo studio di uno spray nasale anti covid

NovaraToday è in caricamento