Castelletto Ticino, sversamento in un canale che porta al Lago Maggiore

La sostanza biancastra in un corso d'acqua vicino ad un'azienda di vernici

Lo sversamento

Uno sversamento in un canale che sarebbe potuto finire nel Lago Maggiore.

Arpa è intervenuta nel pomeriggio del 4 agosto, su chiamata della polizia municipale, a Castelletto Ticino, vicino ad uno stabilimento industriale che produce pitture per uno sversamento di refluo biancastro nel canale adiacente allo stabilimento. Il canale si riversa nel Lago Maggiore, nei pressi del Campeggio Smeraldo. Giunti sul posto i tecnici hanno constatato la presenza di uno scarico in atto dalla condotta della rete aziendale dedicata alla raccolta delle acque meteoriche. La dispersione del refluo è stata arginata collocando sacchi di sabbia nell’alveo del canale e, dopo circa un’ora, è arrivato sul posto un mezzo autospurgo che ha provveduto ad aspirare l’acqua contaminata al fine di evitarne l’ulteriore immissione nel lago.

Proseguono gli accertamenti per scoprire le cause dello sversamento ed evitare che si ripetano, oltre che per stabilire se ci siano delle responsabilità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: il cambio di colore sarà sabato o domenica?

  • Coronavirus, il Piemonte rischia la zona arancione

  • Incidente a Trecate, camion perde il carico e travolge tre auto: un ferito incastrato nell'abitacolo

  • Coronavirus, cosa è consentito fare in zona arancione: le regole per Novara e il Piemonte

  • Coronavirus, nuovo decreto: niente spostamenti tra regioni, il Piemonte verso l'area arancione

  • Dpcm: le nuove regole per asporto, spostamenti, sci e scuole. Piemonte verso la zona arancione

Torna su
NovaraToday è in caricamento