menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verbania, tamponi rapidi a spese del Comune per la ripresa della scuola a gennaio

La proposta

Tamponi rapidi per la ripresa della scuola in presenza a gennaio. 

É questa la proposta dell'amministrazione comunale di Verbania. "In attesa di conoscere con precisione come ripartirà a gennaio 2021 la didattica in presenza per tutti i cicli scolastici, e di capire le decisioni della regione Piemonte in merito alle proposte per i tamponi e i trasporti pubblici, la giunta comunale di Verbania, considerando il perdurare dell’emergenza sanitaria, ha valutato di proporre agli istituti comprensivi di Verbania un progetto educativo e sanitario rivolto sia agli alunni che al personale delle varie scuole cittadine".

"Nell’eventualità che la Regione Piemonte non riesca, come annunciato, a svolgerlo di propria iniziativa, si provvederà ad effettuare uno screening a spese del comune, con un tampone rapido Covid 19 per tutto il personale in servizio presso gli Istituti Comprensivi della Città, da effettuarsi a cura dei volontari della Croce Rossa alla ripresa delle lezioni". Ci sarà poi "un progetto di educazione ai corretti comportamenti (a partire dal tema del distanziamento sociale) rivolto agli studenti, tramite operatori opportunamente preparati, che si recheranno nelle scuole per confrontarsi con gli alunni e - un progetto di educazione sanitaria, sempre in collaborazione con l’Asl Vco, rivolto a tutto il personale delle scuole".

“Riteniamo utile attivarci per il mondo scolastico quando riaprirà completamente a gennaio – sottolinea il sindaco di Verbania Silvia Marchionini - con un percorso e un progetto di educazione civica e sanitaria ed anche con eventuali tamponi rapidi a gennaio, con fondi comunali, se non saranno svolti dalla Regione. Abbiamo già contattato i dirigenti degli Istituti e ci stiamo rivolgendo alle associazioni di volontariato per coinvolgerle, perché riteniamo necessario continuare a sensibilizzare famiglie e studenti. Ho richiesto anche alla Provincia, con una lettera, di farsi coordinatore di queste iniziative all’interno degli Istituti di propria competenza, ovvero le superiori. Mi rivolgo anche a medici, infermieri, insegnanti in pensione affinché possano supportarci e dare un contributo alla riuscita di questo progetto (per chi fosse interessato silvia.marchionini@comune.verbania.it o comunicazione.sindaco@comune.verbania.it ).”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quando il Piemonte tornerà in zona gialla?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Coronavirus: il vaccino si prenota anche dai carabinieri

  • Economia

    Dopo Borgomanero, McDonald's arriva anche a Oleggio

Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento