Coronavirus: in Piemonte tutti i cittadini potranno fare i test sierologici, ma a pagamento

Il test non darebbe però una "patente di immunità". Come funziona, a cosa serve e quanto costerà

Test sierologici, sì o no? Il dibattito si è aperto già da qualche settimana sulla questione dei test, basati su un campione di sangue, che permetterebbero di individuare se si è già contratto il Covid-19 e quindi se si è sviluppata una risposta immunitaria.

Cinque laboratori a Novara autorizzati per il test sierologico a pagamento

La questione però è delicata: non tutti i test sono attendibili, perchè possono dare dei falsi positivi, e soprattutto il fatto di aver già sviluppato la malattia non dà una "patente di immunità", perchè solo in alcuni casi si sono sviluppati anticorpi sufficienti per poter evitare di contrarre il virus di nuovo. Ora la Regione Piemonte ha aperto alla possibilità anche per i cittadini di effettuare il test privatamente, mentre fino a ieri solo le aziende potevano richiederlo per i propri dipendenti.

I test sierologici sono attendibili? Ecco come funzionano

Il costo del test sarebbe tra i 30 e i 40 euro, ma non è chiaro quale sarebbe l'esame individuato come efficace e sicuro. In una nota della Regione si legge che "è consentito l’utilizzo del test sierologico per le immunoglobuline specifiche per il Sars-CoV-2 anche ai privati cittadini, presso i laboratori di analisi cliniche privati, per i soli esami che il Ministero considera attendibili nel loro esito epidemiologico", aggiungendo che "le Commissioni di Vigilanza delle Asl sono a disposizione per fornire ai laboratori privati le indicazioni circa l’attendibilità e la specificità dei test sierologici". 

La cosa essenziale però è che i test sierologici, secondo le indicazioni dell'Oms, "non possono sostituire il test diagnostico molecolare su tampone, tuttavia possono fornire dati epidemiologici riguardo la circolazione virale nella popolazione anche lavorativa", come spiega il Ministero della Salute. Quindi possono fornire un'idea su chi abbia già contratto la malattia, ma non danno informazioni sull'eventuale positività, e quindi contagiosità allo stato attuale e sulla possibilità che si possa contrarre il virus di nuovo. In sostanza si tratterebbe di una serie di analisi che avrebbe valenza solo epidemiologica, ma non fornirebbe la certezza di essere immuni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novara, non scendono le sbarre del passaggio a livello: travolto un uomo in scooter

  • Coronavirus, da lunedì 26 ottobre a Novara (di nuovo) niente più visite e ricoveri non urgenti

  • Si ribalta con l'auto in un fosso: è Veronica Cuccaro la 33enne che ha perso la vita a Mortara

  • Cambio dell'ora, torna quella solare: si dorme un'ora in più

  • Coronavirus, coprifuoco in Piemonte dalle 23 alle 5: la nuova autocertificazione

  • Coronavirus, anche in Piemonte centri commerciali chiusi nel fine settimana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento