rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Attualità Trecate

Trecate, fiaccole accese e palloncini per ricordare Giulia Cecchettin e tutte le vittime

Circa un centinaio le persone presenti con alcuni rappresentanti delle associazioni locali

"La barbara uccisione della giovanissima Giulia Cecchettin ci fa riflettere ancora una volra e ci spinge a considerare l'importanza dell'educazione dei bambini. degli adolescenti; per educare alla non violenza, infatti, è necessario lavorare fin dall'infanzia sulla creazione di relazioni positive e paritarie". Sono le parole lette dalla consigliera comunale Michela Cigolini: attorno a lei circa un centinaio di persone  che in piazza Cavour a Trecate hanno voluto ricordare la giovane uccisa una settimana fa e in generale tutte le vittime di femminicidio.

Una data naturalmente particolare, il 25 novembre, che la consigliera ha ricordato essere il giorno, nel 1960, in cui le sorelle Mirabar in Repubblica Dominicana furono torturate e uccise e poi gettate in un dirupo per simulare un incidente poiché avevano voluto denunciare orrori e crimini del paese.

In piazza un paio di scapre rosse, il lungo elenco delle vittime di femminicidio nel 2023, alcuni palloncini a forma di cuore, rossi e bianchi e tante persone in silenzio, con la candela accesa simbolo di speranza. Fra i presenti diversi rappresentanti delle associazioni locali. Nel cielo sono state lanciate anche due lanterne, anch'esse a forma di cuore. In sottofondo "Angelo" di Francesco Renga. "Affrontare con i bambin i temi dell'educazione al rispetto, fornendo loro la possibilità di sperimentare un ambiente non giudicante, sono alla base per costruire una società accogliente, nclusiva e non violenta". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trecate, fiaccole accese e palloncini per ricordare Giulia Cecchettin e tutte le vittime

NovaraToday è in caricamento