menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Trecate, ritorno a scuola in sicurezza

L'amministrazione ha delineato alcuni punti

Trecate, ritorno a scuola in sicurezza. L’amministrazione comunale comunica di aver sostenuto numerose riunioni, a cui hanno partecipato le dirigenti degli Istituti comprensivi trecatesi, nelle quali sono stati affrontati diversi temi, per dare applicazione alle svariate normative nazionali e regionali che si sono susseguite nel periodo estivo per il contenimento del contagio da Covid-19.
Si è discusso innanzitutto dell’individuazione degli spazi necessari per garantire a tutti gli studenti la frequenza alle lezioni nei propri plessi scolastici. È stata condivisa la problematica, manifestata dalle dirigenti, connessa ai nuovi banchi monoposto la cui fornitura è in capo al Ministero. L’Amministrazione ha svolto inoltre una continua attività di verifica e di manutenzione agli edifici scolastici con importanti interventi.
 
Durante questi incontri è stata ripetutamente sollecitata alle dirigenti la definizione degli orari di entrata e uscita degli studenti e dei relativi accessi agli istituti, la cui competenza, per legge, è in capo alle scuole. Un aspetto fondamentale, non solo per le famiglie che necessitano di riorganizzare la propria quotidianità, ma anche per il Comune in quanto centrale per tutti i servizi comunali connessi all’attività scolastica: la viabilità, con la relativa chiusura delle strade limitrofe agli edifici scolastici e al personale di polizia locale da coinvolgere; i trasporti scolastici, gestiti a livello comunale grazie a volontari, con automezzi dell’Ente, per gli utenti disabili e, a cura di un servizio di Ncc, per i residenti in zone lontane dalle scuole; l’attivazione del servizio di pre e post scuola (strettamente collegata agli orari di ingresso e uscita e alle esigenze che conseguentemente le famiglie esprimeranno) è subordinata innanzitutto alla disponibilità di spazi all’interno delle scuole, quali luoghi più adatti allo svolgimento del servizio e alle nuove modalità di organizzazione previste dalle normative.

Al momento le dirigenti non hanno reso disponibile alcuno spazio all’interno dei rispettivi plessi per consentirne lo svolgimento, sia per motivazioni connesse al personale scolastico non docente (ancora in fase di assegnazione da parte del Ministero) sia per la necessità di garantire la sicurezza e la sanificazione degli spazi utilizzati.

 
Resta alta l’attenzione per i minori disabili a cui sarà garantito il servizio di assistenza all’autonomia attraverso gli educatori della cooperativa Accento che proseguiranno la propria attività in presenza nelle scuole. Verrà inoltre riproposto lo Sportello benessere all’interno degli istituti e nuove modalità saranno individuate per l’erogazione del servizio mensa, in via di definizione con la società Markas.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Verbano Cusio Ossola

Baveno, chiusa la scuola materna per covid: bambini in quarantena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento