rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità

Covid, manca il personale sui treni: bus sostitutivi anche a Novara e provincia

Bus sulle tratte di Novara, Arona, Borgomanero

Bus sostitutivi ai treni dal 29 dicembre su alcune tratte ferroviarie in Piemonte. È l’annuncio della Regione Piemonte: manca personale nel trasporto ferroviario regionale a causa del personale positivo o in isolamento. La variazione sarà in atto fino al prossimo 9 gennaio 2022. 

Questi i treni che saranno sostituiti dai bus: il Novara delle 9.08 che arriva ad Alessandria alle 10.15; l’Alessandria delle 12.45 che arriva a Novara alle 13.52; il Novara delle 14.23 che arriva ad Alessandria alle 15.32; il Novara delle 16.08 che arriva a Valenza alle 16.58; il Valenza delle 18.01 che arriva a Novara delle 18.52; il Domodossola delle 5.20 con arriva a Novara alle 7.16; il Novara delle 14.15 con arrivo a Borgomanero alle 14.52; il Borgomanero delle 18.12 con arrivo a Novara alle 18.47; il Novara delle 6.50 con arrivo ad Arona delle 7.39; il Novara delle 7.50 che arriva ad Arona alle 8.39. l’Arona delle 7.48 con arrivo a Novara alle 8.32 e l’Arona delle 13.48 con arrivo a Novara delle 14.32.

Ulteriori variazioni, possibili fin dal 30 dicembre, saranno verificabili sul sito di Trenitaliaal link https://www.trenitalia.com/it/informazioni/Infomobilita/notizie-infomobilita.html.

“Il personale del servizio di trasporto pubblico è, da molti mesi, sotto pressione e naturalmente non è immune alle carenze di organico dovute al massiccio aumento di casi positivi al Covid e dei relativi isolamenti fiduciari. Abbiamo comunque voluto tutelare il servizio di trasporto pubblico scegliendo la via dell’integrazione con autobus sostitutiviper non privare i piemontesi della possibilità di spostarsi; nel frattempo monitoreremo quotidianamente le necessità che dovessero emergere nei prossimi giorni”. Queste le parole dell’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Marco Gabusisulla variazione del servizio ferroviario regionale in vigore dal 29 dicembre al 9 gennaio, che prevede la sostituzione con autobus di quei treni risultati privi di personale ferroviario in quanto positivo al test Covid o in isolamento per contatto con soggetti positivi.

“Grazie alla stretta collaborazione tra Regione Piemonte, Trenitalia e Agenzia della mobilità piemontese- prosegue l’assessore Gabusi– siamo riusciti a realizzare in tempi rapidissimi la riorganizzazione del trasporto ferroviario in tutto il Piemonte, con l’obiettivo di non togliere nessun trasporto. L’occhio è puntato anche al 10 gennaio quando riprenderanno le scuole e l’utilizzo dei mezzi pubblici tornerà a regime; auspichiamo per quella data una normalizzazione della situazione del personale ferroviario”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, manca il personale sui treni: bus sostitutivi anche a Novara e provincia

NovaraToday è in caricamento