rotate-mobile
Attualità

Tornano i turisti nel novarese: boom di arrivi dall'Italia e dall'estero

Piemontesi e lombardi tra i più numerosi, ma anche tanti tedeschi e francesi. I dati

Il turismo nel novarese si è ripreso del tutto dopo la pandemia.

"Se consideriamo che fino all’anno 2019 i turisti in provincia di Novara erano progressivamente in aumento – commenta il consigliere provinciale e delegato al turismo e marketing territoriale Luigi Laterza – oggi è possibile rilevare come i flussi del 2022, pur partendo nei primi tre mesi dell’anno in modo ancora timido a causa delle limitazioni conseguenti alla pandemia, abbiano registrato una ripresa evidente, superando addirittura i dati del 2019. Possiamo ragionevolmente affermare che le prospettive per l’anno 2023 siano ottime, sia per quanto riguarda il turismo interno, sia anche per quello proveniente dall’estero". 

Al momento le strutture ricettive del novarese "offrono complessivamente 21.383 posti letto all’interno di 1.048 esercizi. Nel 2022 – spiega il consigliere - si sono registrati arrivi per un totale di 523.892 e presenze pari a 1.390.929, con un incremento rispetto lo scorso anno rispettivamente del 39,54% e del 36,08%. Il dato importante è che, rispetto al periodo pre-pandemico riferito al 2019, si è tornati a crescere sia negli arrivi, sia anche nelle presenze, rispettivamente del 3,98% e 9,39%".

Le Regioni che in assoluto portano un maggiore flusso di turisti sono Piemonte e Lombardia, 32% e 28%, a seguire troviamo Veneto, Emilia Romagna, Liguria, Lazio, Toscana, Campania e Sicilia. I turisti europei che scelgono come meta la provincia di Novara provengono da Germania 24%, Francia 16%, Svizzera 15%, Paesi Bassi 10% e Regno Unito 5%. I turisti dei Paesi Bassi e Germania hanno un tempo medio di permanenza superiore alla media, che è rispettivamente del 5,3% e 3,9%. "Questi – precisa Laterza - scelgono infatti prevalentemente i campeggi dei laghi, mentre quelli provenienti da Svizzera e Francia sono il primo mercato per il bacino dell’Atl delle Terre dell'Alto Piemonte. Anche i turisti provenienti dal Regno Unito hanno ripreso a frequentare il nostro territorio, con prevalenza di presenze sul lago d’Orta. Tra gli arrivi dei turisti extraeuropei nel novarese troviamo Stati Uniti come primo mercato e, a seguire, Brasile, Israele, i paesi del centro e sud America e altri paesi dell’Asia. Per tutti la destinazione prevalente è rappresentata dalle strutture alberghiere". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornano i turisti nel novarese: boom di arrivi dall'Italia e dall'estero

NovaraToday è in caricamento