menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La vaccinazione del direttore generale del Maggiore Mario Minola

La vaccinazione del direttore generale del Maggiore Mario Minola

Al via il "Vaccine Day" novarese: vaccinati i primi 90 operatori dell'ospedale Maggiore

Le dosi sono arrivate in mattinata su una vettura della Protezione civile e sono state consegnate alla responsabile della Farmacia ospedaliera, la dott.ssa Alessia Pisterna

Sono state eseguite a partire dalla tarda mattinata di oggi, domenica 27 gennaio, le prime 90 vaccinazioni anticovid all'ospedale Maggiore di Novara: il vaccino è stato somministrato agli operatori dell'azienda ospedaliero-universitaria, secondo una programmazione che interessasse tutte le professioni e i volontari.

Tra i primi a ricevere il vaccino anticovid, il direttore generale dell'Aou Mario Minola e il Rettore dell'Università del Piemonte Orientale Gian Carlo Avanzi.

"E’ il coronamento di un grande sforzo organizzativo, con la Regione in prima linea, soprattutto in considerazione del periodo prescelto - ha commentato il dott. Mario Minola - Le adesioni alla campagna vaccinale sono state molto alte nella nostra azienda da parte di tutti. Per l’Aou di Novara è un privilegio essere stati scelti per questa prima giornata, l’inizio di un percorso che riprenderà già nei prossimi giorni".

Vaccinati i primi operatori e ospiti dell'istituto De Pagave

"Dal mio punto di vista, come medico igienista e infettivologo prima ancora che come direttore generale - ha aggiunto Minola - non ho mai avuto dubbi: ritengo che i vaccini siano stati una delle più grandi scoperte di ogni tempo in campo medico. A maggior ragione contro questa epidemia".

Le prime dosi sono arrivate poco dopo le 10 su una vettura della Protezione civile, accompagnata dalle forze dell’ordine, e sono state consegnate alla responsabile della Farmacia ospedaliera, la dott.ssa Alessia Pisterna.

"Le dosi ci sono state consegnate a temperatura di frigorifero - ha spiegato la dott.ssa Pisterna - a differenza delle successive che arriveranno a -80 gradi. Quelle di stamattina sono state mezz’ora a temperatura ambiente e poi diluite. Lavoriamo a multipli di 5, perché da ogni flaconcino allestiamo 5 dosi di vaccino, sotto cappa, in ambiente sterile e poi le portiamo al punto vaccinale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, quando il Piemonte tornerà in zona gialla?

Attualità

Approvato il nuovo decreto "Riaperture": le nuove regole fino al 31 luglio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Coronavirus: il vaccino si prenota anche dai carabinieri

  • Economia

    Dopo Borgomanero, McDonald's arriva anche a Oleggio

Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento