rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Attualità Briona

Briona, il Bonfantini inaugura il vigneto sperimentale Carlo Garavaglia

Il taglio del nastro alla presenza del presidente della Regione Cirio e della famiglia Garavaglia

Mercoledì 25 maggio, a Briona, si è tenuta l’inaugurazione del vigneto intitolato al prof. Carlo Garavaglia. Un momento importante per l’Iis Bonfantini che ha voluto così ringraziare tutti coloro che con passione, lavoro e dedizione hanno fatto sì che il progetto si realizzasse.

A sottolineare l’importanza dell’opera, che, fin dall’ideazione si è rivolta soprattutto, alle generazioni future, il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio che ha partecipato con entusiasmo, mettendo in  evidenza gli aspetti affettivi, formativi e di stretto legame con il territorio, che caratterizzano questo percorso.

Numerose le autorità presenti che hanno conferito ufficialità al momento: Francesco Garsia, Prefetto di Novara, Matteo Marnati, assessore regionale, Federico Perugini, consigliere regionale, Federico Binatti presidente della provincia di Novara, Andrea Crivelli e Marzia Vincenzi consiglieri della provincia di Novara, il sindaco di Briona Davide Maria Giordano e i sindaci e delegati dei paesi limitrofi.

Inaugurazione vigneto sperimentale Bonfantini Briona (2)-2

Ad introdurre la cerimonia il dirigente scolastico del Bonfantini Vincenzo Zappia che ha sottolineato quanto l’anima del prof. Garavaglia abbia permeato la fisicità e la spiritualità del luogo: "La vite è da sempre simbolo di vita, morte e rinascita in un ciclo perpetuo che simboleggia l’immortalità. Il parallelo è assolutamente calzante. Infatti, la scomparsa del prof. Garavaglia, che tanto amava questo vigneto, si è trasformata in rinascita, vita e perpetuazione della sua memoria e della sua opera".

Dall’anno scolastico 2019/20, infatti, l’Iis Bonfantini ha arricchito la propria offerta formativa tramite l’acquisizione del vigneto di circa 1 ettaro, localizzato nel comune di Briona, ceduto in comodato d’uso ventennale alla scuola dagli eredi del compianto prof. Carlo Garavaglia, già stimato docente e vicepreside.

Nel vigneto è stato approntato un intervento di riqualificazione profonda: dai primi sopralluoghi, all’impostazione del sesto di impianto passando per la scelta dei vitigni, che hanno visto così il reimpianto di circa 1700 barbatelle di cloni Nebbiolo con l’obiettivo di arrivare a vinificare le uve per ottenere vino di qualità da affiancare alle altre produzioni di eccellenza dell’Istituto. Nel mese di febbraio il Bonfantini, forte dell’esperienza acquisita col vigneto principale, ha acquistato in proprietà un ulteriore appezzamento di 0.3 ettari circa, destinato alla stessa produzione, presso il quale è stato già eseguito il reimpianto con cloni di Erbaluce. 

Le operazioni colturali, in entrambi i vigneti, sono state condotte dagli studenti delle classi terze, quarte e quinte, guidati dal personale docente e non docente della scuola, affiancati dalla fondamentale consulenza e collaborazione di ex alunni e amici del Bonfantini, sotto la supervisione della Commissione Azienda. I vigneti sono, infatti, parte integrante dell’azienda agraria annessa al Bonfantini e rappresentano un formidabile laboratorio didattico dove gli studenti di tutte le sedi acquisiscono conoscenze, abilità e competenze in un settore, quello vitivinicolo, sempre più trainante nell’economia del Piemonte e del novarese.

Grazie alla concessione dei patrocini di Provincia di Novara, Comune di Briona, Associazione Città del Vino e Confagricoltura che hanno affiancato la scuola in tutte le iniziative, l’attività al vigneto è diventata per gli alunni del Bonfantini, una piacevole consuetudine, entrata di diritto nel calendario delle lezioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Briona, il Bonfantini inaugura il vigneto sperimentale Carlo Garavaglia

NovaraToday è in caricamento