Novara, consegnate alla polizia locale le visiere protettive progettate dall'Omar

Sono arrivate richieste anche da ospedale e case di riposo

Sono stati consegnati giovedì 3  aprileal Comando della Polizia Locale di Novara i primi cinque prototipi della visiera protettiva progettata dall'Itis Omar e realizzata, con stampanti 3D, dalla società Boca di San Pietro Mosezzo. 

"Un ringraziamento particolare va all'assessore Marnati e all'Omar a cui abbiamo chiesto di far partire questa sperimentazione per poi trasformarla in un progetto pilota per tutta la Regione - spiega l'assessore alla Polizia Locale del Comune di Novara Luca Piantanida - I nostri agenti verranno così dotati di una visiera in plexiglass e disinfettabile (circa 80 unità) che renderà ancora più sicuro lo svolgimento del loro lavoro". Presente alla consegna anche l'assessore regionale Matteo Marnati: "E' necessario dotare gli agenti delle Polizie locali del Piemonte di dispositivi di protezione individuale che permettano loro di svolgere il proprio ruolo in assoluta sicurezza. L'Omar inaugura così un progetto, su Novara, che valuteremo anche a livello regionale perchè gli agenti delle forze dell'ordine vengano tutelati quanto più possibile".

"Stante la mole dei numeri richiesti, sempre crescente - aggiunge il preside dell'Itis Omar Francesco Ticozzi - abbiamo ritenuto opportuno rivolgerci ad una ditta esterna, considerando finiture e tempi di produzione della stampante 3D. Attualmente, compatibilmente con il reperimento del materiale, ci sono pervenute richieste da parte dell’Ospedale Maggiore, dell’ASL 13, della Clinica San Francesco, della Polizia Locale del Comune di Trecate e di diverse Aziende. Il nostro istituto, in questi anni, ha acquisito forti competenze e grande credibilità anche nel tessuto imprenditoriale del territorio. Tutto questo veicola e facilita l’inserimento lavorativo dei nostri studenti verso le aziende del territorio". "L'Omar - conclude il consigliere provinciale Andrea Crivelli - rappresenta una realtà ben radicata sul territorio che, in questo momento di grande emergenza, ha mostrato non solo una profonda sensibilità, ma anche e soprattutto una competenza acquisita con esperienza sul campo e l'importante capacità di fare rete tra scuola e impresa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: il cambio di colore sarà sabato o domenica?

  • Coronavirus, il Piemonte rischia la zona arancione

  • Novara, tragedia al centro commerciale: si sente male e muore alle casse dell'Ipercoop

  • Coronavirus, cosa è consentito fare in zona arancione: le regole per Novara e il Piemonte

  • Dpcm: le nuove regole per asporto, spostamenti, sci e scuole. Piemonte verso la zona arancione

  • Coronavirus, nuovo decreto: niente spostamenti tra regioni, il Piemonte verso l'area arancione

Torna su
NovaraToday è in caricamento