rotate-mobile
Attualità

Novara, la Cupola riapre ai visitatori: tornano le visite guidate al capolavoro antonelliano

Al via venerdì 11 marzo la seconda edizione dell'esperienza di salita e visita alla Cupola di San Gaudenzio

Dopo il successo di pubblico, venerdì 11 marzo le porte della Cupola di San Gaudenzio, il capolavoro realizzato dall'architetto Alessandro Antonelli, si apriranno per accogliere nuovamente i visitatori che, indossando elmetto e imbrago, potranno rivivere l’emozione della vertigine attraverso l'esperienza di salita e visita nel cuore dell’opera simbolo della città di Novara.

Il successo della prima edizione

L’iniziativa è sostenuta, per il secondo anno consecutivo, da una partnership costituita dal Comune di Novara, proprietario del bene, dall’Atl della provincia di Novara e da Kalatà, impresa culturale che ha ideato e gestisce il progetto.

Sono i numeri a decretare il successo della prima edizione: più di 6mila visitatori coinvolti tra agosto e novembre 2021, i primi 1.000 biglietti sold out in pochissime ore e turni immediatamente raddoppiati - da 5 a 10 - per rispondere alla crescente domanda del pubblico proveniente da Novara, ma anche da Torino, Milano e dall’estero.

Il fascino di un monumento unico al mondo e la possibilità di scoprirlo da una prospettiva del tutto inedita e straordinaria sono i punti di forza di un’iniziativa che unisce la scientificità dei contenuti storico-artistici, il carattere divulgativo e la dimensione esperienziale.

Alla scoperta della meraviglia

La proposta di visita alla scoperta del capolavoro antonelliano, svela al grande pubblico le soluzioni ingegneristiche che rendono unico al mondo l'edificio offrendo una vertiginosa vista già a 75 metri di altezza, con lo spettacolare affaccio dal primo anello della cupola. La visita guidata prosegue alla scoperta dei segreti dell’opera di Alessandro Antonelli e permette di vivere, gradino dopo gradino, una proposta che abbina il fascino di un'esperienza culturale e l'emozione della salita fino alla guglia, a circa 100 metri di altezza.

Anche quest’anno l’ascesa al simbolo della città di Novara prevede due modalità di visita: il "Percorso alla guglia", accessibile ai maggiori di 14 anni, consente ai visitatori - muniti di imbrago e elmetto di sicurezza - di godere di affacci mozzafiato e di raggiungere il punto più alto dell’edificio a 100 metri di altezza; il "Percorso alla Cupola", di più agevole accesso, raggiunge la balconata interna a 75 metri di altezza e offre magnifiche vedute panoramiche e spettacolari prospettive sull’architettura dell’edificio e all'interno della basilica.

Dai grandi colonnati che abbracciano l’edificio e dalla guglia posta a 100 metri di altezza, i visitatori potranno ammirare uno splendido panorama sulla citta?, far correre lo sguardo dall’arco alpino fino ai grattacieli di Milano e vivere un’esperienza indimenticabile nel cuore del bene simbolo della città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, la Cupola riapre ai visitatori: tornano le visite guidate al capolavoro antonelliano

NovaraToday è in caricamento