Pizza a casa: la ricetta facile e veloce

Una ricetta facile da realizzare, che non richiede l'uso dell'impastatrice e alla portata di tutti per preparare a casa un'ottima pizza in teglia

In questo periodo di emergenza, in cui è necessario rimanere a casa per salvaguardare la salute di tutti, sempre più persone stanno scoprendo (o riscoprendo) il piacere della cucina. Tra i tantissimi piatti che si possono realizzare a casa, uno dei più amati e consumati in assoluto è la pizza: il suo impasto base è composto da pochi e semplici ingredienti ed è indubbiamente un piatto piacevolissimo sia da preparare che da mangiare.
Ecco allora la ricetta per preparare in casa l'impasto per la pizza buono come quello che troviamo in pizzeria, una ricetta di base semplice che si prepara con pochi ingredienti e che si può guarnire con gli ingredienti che si preferiscono. Inoltre, questa ricetta è alla portata di tutti, e ti permetterà di ottenere una pizza alta e soffice senza dover utilizzare la planetaria o l'impastatrice,.
Prima di iniziare, due consigli:

  • se vuoi preparare della pizza in teglia alta, soffice e senza un impasto che richieda lunghi tempi di lievitazione utilizza il lievito di birra disidratato istantaneo, che si attiva aggiungendo 2 cucchiaini di zucchero;
  • per un risultato perfetto, prova con il metodo della doppia cottura, cuocendo la pizza in prima battuta per pochi minuti sulla piastra e poi nel forno ad altissima temperatura. 

Ingredienti

  • 500 g farina 00 oppure metà manitoba e metà 00
  • 400 ml di acqua
  • 3 gr di lievito di birra fresco o 1,5 gr di lievito di birra disidratato istantaneo
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 50 ml di olio di oliva
  • 1 cucchiaino di sale

Procedimento
Per prima cosa, prepara l'impasto unendo la farina manitoba con la farina 00 (in alternativa, puoi utilizzare solo la farina 00), aggiungi il lievito e mescola il tutto.
In un'altra ciotola, che deve essere capiente e con i bordi abbastanza alti, versa l'acqua tiepida e aggiungi l'olio d'oliva, quindi mescola e incorpora la farina una manciata alla volta. Una volta utilizzata metà della farina prevista, aggiungi un cucchiaio di sale, mescola e finisci di aggiungere la farina restante, sempre una manciata alla volta. 
Al termine di questo procedimento otterrai un impasto denso ed appiccicoso: coprilo con la pellicola e lascia lievitare in luogo caldo fino al raddoppio del volume (circa 2 ore).
Trascorso il tempo di lievitazione, prendi una teglia 35x35 cm, oppure la placca del forno e ungila con abbondante olio di oliva, poi versa l'impasto e, con le mani ancora unte di olio, allargalo per distribuirlo su tutta la teglia.
Se hai deciso di preparare una pizza a base rossa, dopo avervi aggiunto sale, olio e spezie a piacere, versa la salsa di pomodoro tiepida sull'impasto e lascia lievitare ancora 10 minuti; in caso contrario aggiungi gli ingredienti scelti (ricorda però che la mozzarella va aggiunta solo a 5 minuti dalla fine della cottura!) e inforna la pizza, che dovrà cuocere per circa 25 minuti a 210°C in forno statico o a 200°C in forno ventilato.

La ricetta della frittura dolce alla novarese

Per chi vuole provare a fare il lievito madre

Il lievito madre è un composto fatto di farina ed acqua che poi può essere arricchito con un agente attivatore, il miele. Questi elementi si mischiano tra loro, con i batteri e i lieviti presenti nell'atmosfera e trasformano le sostanze zuccherine, presenti nella farina e nell’attivatore di fermentazione ,in acidi, alcol e sostanze aromatiche.

Ingredienti

  • 200 gr di farina
  • 100 ml di acqua
  • 1 cucchiaio raso di miele
  • 1 cucchiaio di olio 

Lasciarlo in un vasetto di vetro chiuso per 48 ore a 18°-25° gradi e poi fare il primo rinfresco.

Cosa sono i rinfreschi?
I rinfreschi sono dei rabbocchi di farina ed acqua che si fanno all’impasto base dal quale si sottrae una parte ogni volta. Quando è il momento di rinfrescare il lievito bisogna operare nel seguente modo:
1. Prendere la quantità di lievito che volete rinfrescare, ad esempio 100 g
2. Prendere la stessa quantità di farina, quindi 100 g
3. E la metà di acqua, quindi 50 g
4. Impastare e mettere nel contenitore pulito, sempre lo stesso, un vasetto alto e stretto
5. Dopo 4 ore se raddoppia il suo volume allora il lievito è attivo
6. Il lievito iniziale avanzato va buttato

Ricapitolando: lievito madre+ stessa quantità di farina + metà quantità di acqua = lievito rinfrescato

N.B: Si consiglia di fare lo stesso procedimento per almeno 2 settimane prima di utilizzarlo per le vostre ricette!

Pulizia del contenitore del lievito
Il vasetto che scegliete per il vostro LM dovrà essere stretto e alto e dovrà avere un coperchio. Ogni volta che rinfrescate il vostro lievito, dovete pulire il vasetto dai residui precedenti con sola acqua calda, leggevo che solo una volta ogni tanto può essere lavato con acqua e sapone ma poi deve essere sciacquato abbondantemente così da eliminare ogni residuo di sapone.

Conservazione
Il lievito madre una vota attivo si conserva in un barattolo di vetro chiuso con un coperchio o una pellicola a temperatura ambiente se si decide di utilizzarlo ogni giorno e quindi rinfrescarlo 1 volta al giorno oppure in frigo se si decide di rinfrescarlo 1 o 2 volte a settimana. Ma comunque anche se non si utilizza per panificare, deve essere rinfrescato almeno una volta a settimana altrimenti muore.

Utilizzo
Il giorno prima di utilizzare il lievito madre per panificare, bisogna rinfrescarlo, poi il giorno seguente ( quello in cui dovete usarlo) dovete rinfrescarlo ancora, aspettare che si attivi ( circa dopo 3/4 ore) e poi utilizzarlo. La lievitazione degli impasti con il lievito naturale è molto lunga circa 12/24 ore, i tempi comunque dipendono dalla forza che ha il vostro lievito e dalla stagione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Coronavirus: in Piemonte mascherine obbligatorie anche all'aperto per il ponte del 2 giugno

  • Cameri, tutti a guardare il cielo per l’atterraggio delle Frecce Tricolori

  • Novara, le mascherine gratuite si ritirano in farmacia

  • Cornavirus, primo sabato sera di apertura di bar e ristoranti a Novara

  • Domodossola: addio alla pianista Alice Severi, ex bambina prodigio della musica

Torna su
NovaraToday è in caricamento