Novara, all'ospedale Maggiore un'area per custodire i ventilatori polmonari

Le apparecchiature, ora inutilizzate visto il calo di ricoveri Covid+, saranno sempre pronte per eventuali emergenze

La “Fase 2” all’azienda ospedaliero-universitaria di Novara, oltre a prevedere il graduale ritorno alla normale attività pre-emergenza Covid, contempla anche la realizzazione di un’area di riserva dove custodire le apparecchiature di alta tecnologia per terapia intensiva e subintensiva da poter impiegare immediatamente e secondo un piano prestabilito nel caso di una nuova emergenza.

Questo è avvenuto anche grazie all’assegnazione, da parte dell’Unità di crisi piemontese, di due ventilatori polmonari che sono andati ad aggiungersi ad altri cinque apparecchi consegnati dalla Protezione civile e a quanto già donato dai numerosi benefattori nell’ambito della “Catena della solidarietà” promossa dall’Aou in occasione dell’epidemia Sars-Cov-2. «In questo modo – spiegano all’azienda ospedaliero-universitaria di Novara – sarà possibile affrontare con la
massima efficienza e senza la necessità di interventi estemporanei un’eventuale ripartenza epidemica»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mega incidente alle porte di Novara: scontro tra 7 auto, otto feriti

  • Novara, forte temporale con grandine su città e provincia

  • Elezioni comunali ad Arona, Monti è il nuovo sindaco

  • Arona: ha un malore mentre è a scuola, morto studente di 17 anni

  • Novara, ragazzino cade dal muro dell'Allea e precipita per 7 metri

  • Elezioni comunali 2020, tutti i risultati nel novarese e nel Vco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento